Italian Language Stack Exchange is a question and answer site for students, teachers, and linguists wanting to discuss the finer points of the Italian language. It's 100% free, no registration required.

Sign up
Here's how it works:
  1. Anybody can ask a question
  2. Anybody can answer
  3. The best answers are voted up and rise to the top

Nel romanzo Non so niente di te di Paola Mastrocola ho letto:

A parte il fatto che Daniela non aveva voluto studiare. Lei che poteva, non aveva voluto. Non ne aveva voglia. Diceva che non era portata. Proprio vero nella vita chi vuole non può, e chi può non vuole.

Non riesco a capire il significato dell'espressione "non era portata" nel brano precedente. Me lo potreste spiegare?

share|improve this question
up vote 13 down vote accepted

Essere portati per (qualcosa) vuol dire avere un dono o attitudine particolare... Per esempio "non sono portato per la matematica" significa "non sono bravo / non ho un dono (o attitudine) / non mi riesce bene studiare la matematica".

share|improve this answer
1  
E di solito si usa in espressioni negative come, ad esempio, "non sono portato per ..."? – Charo Jan 3 at 11:36
5  
Sì, ma anche spesso in espressioni positive -- esempio: "Mia figlia è molto portata per le lingue". – Orlando B. Manta Jan 3 at 11:43

Come riporta il vocabolario Treccani, sinonimi di essere portato per sono:

(essere) adatto, incline (a), predisposto, tagliato, versato (in).

share|improve this answer

Your Answer

 
discard

By posting your answer, you agree to the privacy policy and terms of service.

Not the answer you're looking for? Browse other questions tagged or ask your own question.