3

Nel romanzo Vita di Melania G. Mazzucco ho letto:

      Un uomo entra nello sgabuzzino, poi un altro, un altro, un altro ancora, finché perde il conto. Qualcuno si svacca sulla branda di fronte alla sua, qualcuno su una rete che scricchiola. Tonfi di mobili spostati, sospiri. Gente che si spoglia – sentore di ascelle. Una, due, dieci concitate voci maschili che si accavallano. Le voci appartengono a un branco di tagliagole privi di scrupoli e assetati di sangue. Parlano – con dialetti diversi e a volte incomprensibili – di incazzature, mazzate, duemila pezze che Agnello deve consegnare a qualcuno altrimenti gli mozzano il naso e glielo ficcano su per il sedere, cosí la sentirà veramente la puzza al naso, quello sparagnino arricchito e arrepezzato. Parlano di polismen che trovènno una vagliona di nove anni. Diamante non osa nemmeno respirare. Qualcuno impreca, ordinando agli altri di abbentarsi, ma nessuno gli dà retta.

Potreste spiegarmi il significato di "abbentarsi" in questo brano? Non ho trovato questo verbo in nessun dizionario. Immagino si tratti di un vocabolo di origine dialettale.

2

In questo articolo di blog intitolato Riflessioni sul dialetto si può leggere

Sbentàre, ventàre, abbentàre
 Sbentàre, ventàre, abbentàre Questa volta parliamo di tre verbi che si somigliano un po', ma che indicano tre azioni diversissime. Il primo potremmo tradurlo forzatamente con l'italiano evaporare, ma il significato può anche essere quello di perdere il gas (ad esempio nel caso di una bibita gasata lasciata aperta), perdere l'odore, il sapore o altre caratteristiche organolettiche.  Anche ventàre potrebbe essere tradotto  forzatamente con appurare, ma l'esatto significato è un po' più difficile da spiegare. Praticamente significa farsi scoprire di essere in possesso di un  oggetto, un utensile, un qualcosa che potrebbe servire ad altri che potrebbero chiederlo in prestito; da qui l'esortazione: " 'Un tu fare ventàre sinnò t' 'u circa' ". Abbentàre, invece, significa semplicemente riposarsi un po' dopo uno sforzo.

Abbentare significa riposarsi dopo uno sforzo, una fatica.

Qualcuno impreca ordinando agli altri di riposarsi.

Sempre nello stesso articolo viene riportato un altro significato per abbentarsi, cioè avventarsi, anche se non mi sembra adatto al contesto citato.

S' abbentare
Verbo molto simile all'italiano avventarsi, in realtà, almeno nel dialetto caccurese, ha un doppio significato. Il primo, meno usato, è quello di scagliarsi violentemente contro qualcuno, ma il secondo, molto più usato, almeno un tempo, sta a indicare il riposo, una sosta mentre si trasporta un peso gravoso o mentre si sta eseguendo un lavoro estremamente faticoso. "Abbentate 'nu pocu! ..... Si, mo m'abbentu."

| improve this answer | |
  • Si tratta di calabrese? – Charo Dec 27 '18 at 10:40
  • "Qualcuno impreca ordinando agli altri di riposarsi." mi sembra un po' strano... azzardo l'ipotesi che in questo caso al posto di "riposarsi" sia meglio utilizzare "calmarsi" o "darsi una calmata". – Riccardo De Contardi Dec 27 '18 at 10:45
  • 1
    @RiccardoDeContardi: Si tratta della stanza da letto di tutti questi personaggi, cioè, la stanza dove, almeno in teoria, vanno a dormire. Quindi mi sembra plausibile che il significato sia quello spiegato nella risposta. – Charo Dec 27 '18 at 11:03

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service, privacy policy and cookie policy

Not the answer you're looking for? Browse other questions tagged or ask your own question.