3

Nel romanzo Vita di Melania G. Mazzucco ho letto:

Siccome non porterebbe mai Lena a farsi una visita al Bellevue Hospital, l’ospedale gratuito della città, né farebbe mai entrare in casa sua le streghe del Comitato di prevenzione della tubercolosi, che gironzolano porta a porta facendo la statistica sull’incidenza della malattia nel distretto di Mulberry e se Lena aprisse la porta agli estranei la scramazzerebbe cosí duramente che per tre giorni non si alzerebbe dal letto, per un po’ Agnello non ha saputo se viveva con una tisica o con una gravida.

Non ho trovato il verbo "scramazzare" in nessun dizionario. Sapreste spiegarme cosa significa? Immagino si tratti di un vocabolo di origine dialettale.

8
  • 1
    Non ho trovato scramazzare ma sul dizionario Napoletano-Italiano ho trovato scamazzà (scamazzare) che vuol dire schiacciare, ridurre in poltiglia, (pestare). – abarisone Jan 11 '19 at 16:46
  • @abarisone: Anche in questo Vocabolario delle parole del dialetto napoletano appare scammazzo, uccisione, calpestamento, e scammazzà, schiacciare. – Charo Jan 11 '19 at 18:17
  • Anche su questo vocabolario, alla pagina 924, si trova: – Charo Jan 11 '19 at 18:37
  • Scamazzare, Scammazzare. Schiacciare, Acciaccare, Pestare, Pigiare, ed anche Accoppare. – Charo Jan 11 '19 at 18:38
  • E appare anche qui: Scamazzà, scamazzare = schiacciare, triturare, calpestare. – Charo Jan 11 '19 at 18:57
3

Su questo glossario di dialetto minturnese si trova scramazzà col significato di

pestare, schiacciare con i piedi, calpestare

Infatti Agnello, uno dei personaggi che appare nel brano, proviene proprio da Minturno.

A quanto pare, si tratta di una variante del napoletano "scamazzà", "scammazzà", "scamazzare" o "scammazzare", verbo che si può trovare su parecchi vocabolari e altre opere sulla (o nella) lingua napoletana.

Per esempio, sulla pagina 924 di questo studio sul Vocabolario del dialetto napolitano di Emmanuele Rocco si trova:

Scamazzare, Scammazzare. Schiacciare, Acciaccare, Pestare, Pigiare, ed anche Accoppare. Cerl. Fint. mil. 5. Se l’ha chiavata sott’a li piede (la tabacchiera), e tuffete tuffete tuffete co li tacche l’ha scamazzata. Perr. Agn. zeff. 5. 98. L’arraggia e la sboria Co scamazzare li nemmice sfocano. Ol. Nap. acc. 4. 39. Da sta folla vuò esse scamazzata? Bas. Pent. 5. 4. p. 164. Scamazza sta tradetora. Fas. Ger. 11. 38. Che scammazzato chiù d’uno nce more. E 16. 4. No mare… da doje grosse armate scammazzato. (Fig.). E 20. 60. E la cavallaria passa e scammazza. Stigl. En. 6. 61. A te, gran dea Proserpena, scamazza Na vacca vecchia. E 190. Che d’Erimanto e Lerna scamazzaje Li duje mostre.
    Voce scamazzata è Voce chioccia. Picc. Dial. 1. 114. Dicette a boce scamazzata ec.
      Scamazzo, Scammazzo. Schiacciamento, Pigiamento, e per estensione Scempio, Macello, Carneficina. Viol. vern. 18. Nce vonno, pe nne fa scamazze, Vernacchie, trippe fracete e premmone. Ol. Nap. acc. 2. 60. Ma fu chi lo sarvaje da lo scamazzo. Fas. Ger. 7. 111. E sulo de nemmice fa scammazze. E 9. 96. Li nuoste nne facettero scammazze. Cap. Son. 204. Quanno facea de vierze no scammazzo. Cort. Cerr. 6. 29. Pe fa l’uno de l’autro gran scamazzo.

Anche in questo Vocabolario delle parole del dialetto napoletano appare:

Scamazzo, uccisione, calpestamento da scamazzà, e scammazzà, schiacciare, Fas.
      „Che scammazzato chiù d'uno nce more.

Sul libro La lingua napoletana. La storia. Le parole, di Giuseppe Casillo, appare anche il verbo "scamazzà" o "scamazzare" col significato di

pestare, schiacciare con i piedi, calpestare

e si discute sulla sua etimologia. E su questo dizionario napoletano-italiano il vocabolo napoletano "scamazzà" viene tradotto come

schiacciare, ridurre in poltiglia.

0

L'etimologia è incerta tuttavia appare verosimile che il termine sia derivato per estensione dalla parola longobarda scramasax che indicava la tipica arma sassone a forma di gladio romano. La scramasax era dunque un corto giavellotto una via di mezzo tra un pugnale e una lancia. Ne esistevano due versioni: la kursax più corta e coincidente con l'attuale pugnale e la langsax coincidente con la lancia. Il termine ricorreva nelle battaglie e per estensione passare per la scramasax divenne scamazzare come sinonimo di uccidere o fare una carneficina. Interessante è il fatto che in numerose lingue germaniche scram o scran indicava il cibo mentre seax indicava il tagliare per cui è probabile che scramasax fosse all'origine un coltello da cucina. In figura delle scramasax merovinge (credit: Wikipedia).

enter image description here

1
  • Benvenuto su Italian.SE! – Charo Jan 10 '20 at 16:38

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service, privacy policy and cookie policy

Not the answer you're looking for? Browse other questions tagged or ask your own question.