4

Recentemente mi sono interessato all'etimologia delle parole che finiscono con -occhio, come pinocchio e ranocchio/a. Prendiamo ranocchio/a, per esempio. Nel vocabolario Treccani è scrito:

ranòcchia s. f. [lat. *ranŭcŭla, dim. di rana «rana»]. – Lo stesso che ranocchio.

Poi, nella spiegazione di ranocchio si può leggere:

ranòcchio s. m. [variante di ranocchia]. – 1. Nome pop. (insieme con la forma femm. ranocchia) della rana comune [...] Dim. ranocchiétto, ranocchino; accr., raro, ranocchióne; pegg. ranocchiàccio.

Secondo me, ne segue che questa parola non ha più una sfumatura diminutiva in italiano moderno (per lo meno, varie forme diminutive di ranocchio sono elencate, e sovrapporre due diminutivi mi pare un po' eccessivo). Ciononostante, ho trovato questa informazione nel La formazione delle parole in italiano a cura di Maria Grossmann e Franz Rainer:

Il suffisso occhio, poco produttivo, aveva un valore diminutivo in latino, ma ora presenta la stessa ambiguità di otto, con esiti ora diminutivi, come in pinocchio, ranocchio, pisocchio “pisolino”... (https://books.google.ru/books?id=ITchAAAAQBAJ&printsec=frontcover#v=onepage&q=ranocchio&f=false)

Vorrei sapere se in italiano moderno parole di questo tipo si intendono e si percepiscono come diminutive (pinocchio - "a small pine", ranocchio/a - "a small frog, froggy", ecc.).

  • 5
    treccani.it/vocabolario/… – DaG Feb 20 '19 at 11:26
  • Grazie! Proprio non so come mai non m'è venuta in mente l'idea di cercare lo stesso suffisso "-occhio" nel Treccani. Mi scusi per i miei errori in italiano! – Mikhail Kononenko Feb 20 '19 at 11:39
  • 4
    Che problema c'è? Siamo tutti qui per imparare. Confermo che anche secondo me il suffisso “-occhio” non è percepito come diminutivo o, seppure, molto blandamente (forse una ranocchia dà l'idea di essere più piccola di una rana). – DaG Feb 20 '19 at 11:49
3

Dall'eccellente Rohlfs, Grammatica storica dell'italiano e dei suoi dialetti, paragrafo 1046

-occhio. Deriva da -ŭculus, che in latino aveva un valore diminuitivo (genuculum, verruculus, ranucula). In italiano oramai questo significato generalmente è andato perduto: ginocchio, ranocchio (in Toscana è subentrato a rana), finocchio, pinocchio 'seme del pino', pidocchio, pannocchia 'spiga del granturco', conocchia, santocchio 'uomo bigotto', batacchio 'battaglio della campana', capocchia 'testa di spillo'.

A questo segue una lunga lista di voci regionali e toponimi che ho omesso per brevità.

Concordo con Rohlfs e con DaG nei commenti che il senso diminutivo di -occhio è andato quasi completamente perduto.

  • Altro caso, diminutivo: marmocchio. – Ilmionome70 Feb 21 '19 at 0:14
  • 1
    @Ilmionome70: La Treccani la pensa diversamente: “[forse adattam. del fr. marmot, dalla radice marm- (v. marmaglia)]” (treccani.it/vocabolario/marmocchio). – DaG Feb 21 '19 at 7:55
0

Come già scritto da Denis Nardin, in latino: -ulus o -culus come suffisso a un nome ne forma il diminutivo:

Vocabolario Etimologico della Lingua Italiana

Con probabilità anche in marmocchio, etimologia però non condivisa ma che se corretta conserverebbe la sfumatura diminutiva.

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service, privacy policy and cookie policy

Not the answer you're looking for? Browse other questions tagged or ask your own question.