2

Nel romanzo Vita di Melania G. Mazzucco ho letto:

Nei giorni piú piovigginosi di settembre, quando il cielo diventa una fuliggine e l’acqua di scolo, mescolandosi con l’acqua piovana, trasforma i cortili in piscine, Diamante si ritrova a camminare per le vie inzaccherate di fango senza il fascio di giornali sottobraccio.

Ho cercato il termine "scolo" in alcuni dizionari, ma non riesco a capire cos'è "l'acqua di scolo". L'acqua che scola dai tetti a causa di queste piogge di cui parla il brano? (ma se è questo il caso non capisco perché si afferma che si mescola con l'acqua piovana) Le acque residuali?

  • Sembrerebbe l’acqua proveniente dalle grondaie che esce dagli scarichi al suolo e si mescola con l’acqua dal cielo. – abarisone Feb 20 at 19:08
5

il commento è corretto.

Piovendo, l'acqua prende due percorsi: in parte va direttamente a terra ("acqua piovana"), in parte viene raccolta dalle grondaie ed incanalata a terra ("acqua di scolo").

Scolo nel senso dell'atto di uscire lentamente.
Si vede bene qui (dove si intravede l'altro uso, a me familiare, di chiamare "scolo" quel rigolo d'acqua che talvolta si forma a bordo strada, prima di entrare in un tombino).

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service, privacy policy and cookie policy

Not the answer you're looking for? Browse other questions tagged or ask your own question.