1

Nel racconto L'isola, di Giani Stuparich, ho letto:

      – Quando sarai guarito... – la menzogna tremò sulle labbra del figlio; ma egli la sentì necessaria e crudele come una punta d'assaggio. Era quello il momento di tentar di penetrare nella coscienza di suo padre. Lo osservava e vide che un lievissimo rossore gli si diffondeva per le guance, sotto la pelle scialba.

Sapreste spiegarmi il significato dell'espressione "punta d'assaggio" in questo passaggio? Ho cercato i termini "punta" e "assaggio" in alcuni dizionari, ma non riesco a capire cos'è una "punta d'assaggio".

Aggiornamento:

Ho trovato l'espressione "punta d'assaggio" in atri documenti:

(i due ultimi sono lo stesso documento in due formati diversi).

  • Si riferisce sicuramente ad un oggetto acuminato, che per metafora "penetra" nella coscienza del personaggio, infierendo. È possibile che si riferisca ad un coltello tipo questo: coltelleriart.com/925-large_default_2x/… – Riccardo De Contardi Mar 31 '19 at 9:11
  • 3
    Potrebbe riferirsi alla punta che si infila nel prosciutto per sentire il sapore dell'interno. sanfrancescospa.it/testimonial/prosciutto-osso-di-cavallo – egreg Mar 31 '19 at 12:50
  • 2
    Come si conciliano queste ipotesi con gli aggettivi "necessaria" e "crudele"? – Easymode44 Apr 1 '19 at 20:27
  • "Necessario" secondo il dizionario Treccani deriva da ne e cedere ossia "da cui non c’è modo di ritirarsi"; quindi potrebbe in questo contesto essere utilizzato come sinonimo di "implacabile", "inesorabile". – Riccardo De Contardi Apr 19 '19 at 15:30
1

Sicuramente il brano si riferisce ad un oggetto con una punta aguzza, come potrebbe essere ad esempio un coltello; Sono del parere che il commento di @egreg sia corretto, e che si tratti della punta che si infila nel prosciutto per saggiarlo (http://www.sanfrancescospa.it/testimonial/prosciutto-osso-di-cavallo/). Nel contesto, significa che la menzogna è "penetrata" nell'interlocutore in modo assai doloroso, come una stilettata.

L'aggettivo "Necessario" secondo il dizionario Treccani deriva da ne e cedere ossia "da cui non c’è modo di ritirarsi"; quindi potrebbe in questo contesto essere utilizzato come sinonimo di "implacabile", "inesorabile"; "crudele" è un'aggettivo che si adatta bene a descrivere il dolore provocato da un oggetto acuminato.

| improve this answer | |

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service, privacy policy and cookie policy

Not the answer you're looking for? Browse other questions tagged or ask your own question.