2

Nel romanzo La luna e i falò, di Cesare Pavese, ho letto:

      Quando franammo tra le foglie grasse, i rovi e la menta del fondo, il Valino alzò appena la testa. Stava troncando con la roncola sul capitozzo i rami rossi d’un salice.

Nei dizionari che ho potuto consultare, ho trovato "capitozza" e "capitozzatura", parole che fanno riferimento a un certo modo di potare gli alberi, ma non il termine "capitozzo". Sapreste spiegarmi cosa significa?

  • 1
    Il significato di capitozza penso vada bene anche per capitozzo, cioè un ramo principale della pianta tagliato corto. – abarisone May 11 '19 at 11:09
  • @abarisone: Su quale dizionario appare questa definizione? – Charo May 11 '19 at 11:15
  • veramente l’ho trovato su questo blog – abarisone May 11 '19 at 12:15
2

Sul Grande dizionario della lingua italiana (il cosiddetto Battaglia) si trova

      Capitòzza, sf. (raro capitozzo, sm.). Agric. Albero potato di tutti i rami, in modo che rimangano le fronde soltanto in cima; chioma dell’albero così potato

Infatti, su questo dizionario appaiono alcuni esempi letterari di uso di "capitozza" e "capitozzo" tra i quali si trova precisamente la citazione di Pavese della domanda. In questo contesto, si tratterebbe dunque della chioma di un salice che era stato potato in modo che le fronde rimanessero soltanto in cima.

| improve this answer | |

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service, privacy policy and cookie policy

Not the answer you're looking for? Browse other questions tagged or ask your own question.