0

Nel romanzo La luna e i falò, di Cesare Pavese, ho letto:

      Il caffè lo presi un giorno col Cavaliere, sotto, davanti alla piazza scottante. Il Cavaliere era il figlio del vecchio Cavaliere, che ai miei tempi era il padrone delle terre del Castello e di diversi mulini e aveva perfino gettato una diga nel Belbo quand’io ancora dovevo nascere.

Ho cercato alla voce "gettare" in parecchi dizionari, ma non riesco a capire il senso che l'espressione "gettare una diga" (nel fiume Belbo) ha nel passo sopra citato.

1 Answer 1

5

Il significato di gettare da Treccani che si adatta al contesto da te citato è il seguente:

1 c.) g. le fondamenta, farle, murarle (anche fig.); g. un ponte, costruirlo (anche di ponti provvisorî per il passaggio delle truppe);

cioè semplicemente costruire, il Cavaliere aveva persino costruito una diga nel Belbo.

Nell'ambito edilizio si usa spesso il termine gettare riferito a fondamenta e solette perché il cemento viene gettato nello scavo (o sopra i mattoni nel caso della soletta).

La gettata è infatti:

a. Colata di gesso, metallo fuso, calcestruzzo, e sim., nelle opere di getto.

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service and acknowledge you have read our privacy policy.

Not the answer you're looking for? Browse other questions tagged or ask your own question.