2

Nel romanzo Vita di Melania G. Mazzucco ho letto:

      Mentre contemplava quel trombone, con il desiderio struggente di portarlo alla bocca e manovrare la coulisse – almeno un’altra volta – lesse sulla vetrina del negozio la réclame di una conferenza sulla guerra: L’Italia in Tripolitania. L’entrata era a parola libera – anzi, “essendo il tema d’attualità, pregasi i connazionali a intervenire in massa”. La pubblicità prometteva realistiche visioni della vita sul fronte del deserto.

Non capisco il significato dell'espressione "a parola librera" in questo brano. Me lo potreste spiegare? Sul Grande dizionario della lingua italiana ho trovato che "parola libera" vuol dire una parola che termina in vocale, ma questo non sembra avere senso nel contesto del testo sopra citato.

2
  • 4
    Immagino significhi che era possibile entrare ad assistere la conferenza con la possibilità di intervenire liberamente, per esempio ponendo delle domande. In altre parole, la conferenza prevedeva il coinvolgimento del pubblico. – Riccardo De Contardi Oct 12 '19 at 11:05
  • @RiccardoDeContardi: Potresti scriverlo come risposta? – Charo Oct 12 '19 at 18:41
2

Ritengo significhi che era possibile assistere la conferenza con la possibilità di di interagire, di intervenire liberamente, per esempio ponendo delle domande. In altre parole, la conferenza prevedeva il coinvolgimento del pubblico.

Gli organizzatori caldeggiavano un intervento di massa delle persone per dare appunto vita ad un dibattito.

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service, privacy policy and cookie policy

Not the answer you're looking for? Browse other questions tagged or ask your own question.