1

Nel racconto La novella dell’apprendista esattore di Beppe Fenoglio ho letto:

      Davide Cora si inquadrò tutto nella finestrella, ora spianava la doppietta al fitto della meliga, a dieci passi a sinistra di Aquino, il quale sparò di stocco. La pallottola carambolò su una sbarra della grata e si piantò nella fronte di Cora.

Non capisco il senso dell'espressione "di stocco" in questo brano. Me lo potreste spiegare? Ho cercato alle voci "stocco" di parecchi dizionari, incluso il Grande dizionario della lingua italiana qui e qui. Tuttavia, non sono riuscita a trovare nessun significato della locuzione "di stocco" che possa avere senso nel contesto del testo sopra citato.

1

A mio avviso il significato (tra le pagine che hai linkato) è da ricercare in quello di stoccata :

Colpo inferto di punta con lo stocco o altra arma bianca - in partic: nella scherma, colpo di punta in affondo inferto con rapidità e a braccio disteso.

È vero che l'espressione si usa per le armi bianche, ma si può utilizzare in altri contesti, prendo per esempio dal vocabolario Treccani:

c. estens. Nel gioco del calcio, stoccata in porta, il calciare il pallone, con un tiro forte e rapido, direttamente a rete

Penso quindi che qui si intenda che il personaggio ha sparato in modo rapido, probabilmente tendendo il braccio in avanti di scatto appena prima di premere il grilletto.

| improve this answer | |

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service, privacy policy and cookie policy

Not the answer you're looking for? Browse other questions tagged or ask your own question.