0

Nel romanzo La goccia che scava, di Francesco Luti, ho letto (grassetto mio):

      Felice voleva dedicarsi alle carte prima del rientro dei pezzi grossi senza così destar sospetti né dover rendere conto a nessuno. Studiò lo studiabile cercando di riunire gli appunti bastanti per un quadro esaustivo e al contempo confuso qualora smarrisse o fosse sequestrato del giallo taccuino giacché la polizia franchista poteva frugare impunemente le tasche della gente.

Immagino che il significato di "sequestrare" in questo passaggio corrisponda all'accezione numero 1 del vocabolario Treccani: la polizia franchista poteva sequestrare il taccuino di Felice, cioè, poteva togliere questo taccuino a Felice. Tuttavia, non riesco a capire come questo verbo viene usato in questo brano. Perché il soggetto del verbo è lui (Felice)? Perché si usa la preposizione "del" dopo il verbo?

  • 1
    In effetti è una costruzione strana, che non ho presente. Sembra che l'autore usi il verbo “sequestrare”, ma costruendolo come se fosse “privare” (“fosse privato del taccuino”). – DaG Feb 5 at 16:52
  • Licenza di scrittore... – linuxfan says Reinstate Monica Feb 5 at 17:14
  • Ma scusa, si tratta di un romanzo in versione originale o tradotto? – Nico Feb 5 at 18:40
  • @Nico: Si tratta dell'originale. Perché dovrebbe essere una traduzione? – Charo Feb 6 at 7:57
  • 1
    Il senso è quello di privare, per cui se dici “fosse privato del taccuino” la frase non suona male. La stessa frase con “sequestrato” è sicuramente insolita ma non scorretta. – user519 Feb 6 at 20:25

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service, privacy policy and cookie policy

Browse other questions tagged or ask your own question.