1

Nel romanzo La goccia che scava, di Francesco Luti, ho letto (grassetto mio):

      Durante il viaggio, a parte qualche apprezzamento sulla ventenne Bosé di Cronaca d'un amore, ci fu un po' di maretta per opinioni divergenti riguardo a Ladri di biciclette, benché tutti concordi nello stimarlo capolavoro. Qualcuno sostenne che Ricci, nella sua veste di attacchino, mal rappresentava l'operaio tipico. E vada per il problema della disoccupazione ben raffigurato, ma dov'erano nel film le grandi organizzazioni politiche e sindacali?

La mia domanda è sull'espressione "e vada per" che appare nel testo. L'ho trovata alla voce "andare" del dizionario Garzanti:

e vada, per questa volta!, e sia, passi

Non sono sicura, però, che questo sia il significato nel contesto del testo e, a dire il vero, non capisco del tutto bene la spiegazione del Garzanti. Dunque, mi potreste spiegare cosa significa "e vada per" nel contesto del passaggio sopra citato?

4

La locuzione vada per viene usata per esprimere una concessione, come anche riportato dal vocabolario Treccani:

vada!, passi, lasciamo correre: per questa volta vada, ma un’altra volta guai a te!;

Nel passaggio riportato significa in pratica:

E ammettiamo pure che il problema della disoccupazione [sia stato] ben raffigurato [nel film Ladri di Biciclette]...

| improve this answer | |
  • 2
    E, quindi, secondo il Treccani, si potrebbe anche dire "E passi per il problema della disoccupazione ben raffigurato, ..."? – Charo Feb 19 at 22:41
  • @Charo secondo me sì, sarebbe corretto. – Riccardo De Contardi Feb 19 at 22:46

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service, privacy policy and cookie policy

Not the answer you're looking for? Browse other questions tagged or ask your own question.