1

So che si dice "niente di meglio" e "niente di peggio". Per esempio, al numero 6 della voce "meglio" del dizionario De Mauro si trova:

6. agg.inv. FO con valore neutro indica cosa migliore: se stai calmo è meglio, penso sia meglio non dirgli niente | con il verbo essere sottinteso: meglio, tanto meglio per noi!, siamo noi che ci guadagnamo | preceduto da di in espressioni partitive: in mancanza di meglio, non c’è niente di meglio che un buon caffè

E al numero 5 della voce "peggio" dello stesso dizionario si può leggere:

5. agg.inv. FO con valore neutro indica cosa peggiore: se ti arrabbi è peggio, pensavo fosse peggio non dirgli niente | con il verbo essere sottinteso: peggio, tanto peggio per voi!, siete voi che ci rimettete; tanto peggio tanto meglio, per indicare in modo disfattistico gli aspetti positivi che possono derivare dall’aggravarsi della situazione | in loc.pragm., peggio che peggio, peggio che mai, per indicare una condizione estremamente spiacevole o un problema di difficile soluzione | preceduto da di in espressioni partitive: c’è di peggio, non poteva succedere niente di peggio

Tenendo conto delle spiegazioni precedenti che fanno riferimento a espressioni partitive con "meglio" e "peggio", penserei che si debba anche dire "qualcosa di meglio" e "qualcosa di peggio". E, infatti, alla voce "meglio" del vocabolario Treccani appare questo esempio:

bisognerebbe cercare qualcosa di meglio.

Tuttavia, ricercando "qualcosa di migliore" e "qualcosa di peggiore" su Google o su Google Libri, ne trovo molte occorrenze. Allora, la mia domanda sarebbe: sono ammissibili entrambe le forme?

  • 2
    Con “qualcosa di” si può usare un aggettivo. – egreg May 24 '20 at 15:34
  • 1
    Appunto. Dov'è il problema? – egreg May 24 '20 at 15:57
  • 1
    Non capisco l'obiezione. Ci va un aggettivo: migliore è aggettivo, meglio può essere usato come aggettivo. Da parte mia direi qualcosa di meglio. – egreg May 24 '20 at 16:05
  • 1
    Davvero il DeMauro scrive "guadagnamo" senza la i? – linuxfan says Reinstate Monica May 25 '20 at 5:19
  • 2
    @charo La Crusca dice, giustamente, "omettere quella i significa "tagliare" una parte del morfema flessivo"; poi prosegue con "la norma oggigiorno è relativamente elastica". Ognuno può intepretare a modo suo quel relativamente: io lo intepreto come restrittivo e ritengo che un dizionario dovrebbe fare altrettanto. – linuxfan says Reinstate Monica May 27 '20 at 5:22

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service, privacy policy and cookie policy

Browse other questions tagged or ask your own question.