3

Nel romanzo Ferito a morte, di Raffaele La Capria, ho letto (grassetto mio):

      Pettinandosi davanti allo specchio Ninì gonfia il torace, fa un inchino alla ragazza che sta arrivando con Cocò – una specie di prova generale – ma decide che no, buttarla sul fisico è volgare, savoir faire ci vuole! Ripete l’inchino a torace sgonfio, sobrio, all’inglese, così va meglio, e s’avvia a fare pipì.

Per si fosse di aiuto, si tratta di un romanzo ambientato a Napoli.

Potreste spiegarmi cosa vuol dire "buttarla sul fisico" in questo brano?

Ho letto tutte le accezioni della voce "buttare" sul vocabolario Treccani, ma non riesco a vedere a quale possa corrispondere l'uso che se ne fa nel testo. Le definizioni che ho trovato su altri dizionari sono simili.

Ricercando "buttarla sul", "buttarla sullo", "buttarla sulla" su Google Libri ne appaiono parecchie occorrenze che a volte si riferiscono chiaramente a "buttare" in senso fisico (per esempio, "buttarla sul letto"), ma altre volte hanno un senso figurato che non so se sia lo stesso di quello adoperato da La Capria in questo passaggio. Se fosse così, potreste fare qualche esempio di come si usa questa espressione?

  • 4
    È un’espressione informale dove “buttarla” , in questo caso significa “mettere la questione” sull’aspetto fisico, porre l’accento sulla fisicità (di Nini). Molto usata l’espressione romana “buttarla in cacciara”. – Hachi Aug 26 at 18:17
  • 2
    Il senso di buttare in “buttarla” è indirizzare l’attenzione in una certa direzione. “Buttarla sul ridere” ad esempio, per sdrammatizzare una situazione. – Hachi Aug 26 at 18:37
  • 1
    No, significa “indirizzare” la conversazione o la discussione su aspetti più leggeri, spesso cambiando discorso. – Hachi Aug 26 at 18:54
  • 3
    Nel link alla Treccani riportato, il significato è quello figurato riportato al punto 5: "Tendere, volgersi a qualche cosa", nel senso che indica @Hachi nel suo primo commento, di "portare in una certa direzione". Nel caso in questione mi pare di capire che il personaggio sta cercando di sedurre una ragazza; "buttarla sul fisico" significa cercare di sedurla col proprio aspetto fisico: il personaggio "gonfia il torace" e "fa un inchino" (insomma, si mette in mostra, si pavoneggia), ma poi decide che la cosa è "volgare" e cerca un approccio più sottile. – Riccardo De Contardi Aug 26 at 19:40
  • 2
    Credo che "buttarla sul ridere" e simili siano molto più comuni (e sensati) di "colore che butta al rosso" e "il tempo si butta al buono". – linuxfan says Reinstate Monica Aug 27 at 7:04
4

Nel link alla Treccani riportato, il significato è quello figurato riportato al punto 5:

Tendere, volgersi a qualche cosa (in senso fig.)

nel senso che indica @Hachi nel suo primo commento, di "portare in una certa direzione".

Nel caso in questione il personaggio è davanti allo specchio e sta facendo una specie di "prova generale" per cercare di sedurre una ragazza; "buttarla sul fisico" significa cercare di sedurla col proprio aspetto fisico, "spinge" (altra espressione usata in questo senso) sul proprio aspetto fisico: il personaggio "gonfia il torace" e "fa un inchino" (insomma, si mette in mostra, si pavoneggia), ma poi decide che la cosa è "volgare" e che cercherà un approccio più sottile.

| improve this answer | |

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service, privacy policy and cookie policy

Not the answer you're looking for? Browse other questions tagged or ask your own question.