5

Quali espressioni colloquiali si usano per esprimere il fatto di non andare a lezione? Io conosco soltanto "marinare la scuola" o "marinare le lezioni", che non so fino a che punto siano ancora in uso, ma immagino che ne esistano altre.

Come accade per la lingua castigliana, potrebbe darsi che ci sia una grande varietà di espressioni, dipendenti dall'utilizzo delle diverse varietà regionali dell'italiano (in castigliano, io ho sempre detto "hacer campana", o "fer campana" in catalano e, fino a poco tempo fa, non sapevo che questa locuzione si usasse soltanto dalle mie parti) ma penso che sarebbe interessante conoscerle.

9
  • Come si dice “marinare la scuola” nelle varie regioni d’Italia. blogdisilviaspatafora.wordpress.com/2015/05/12/… – Hachi Oct 25 '20 at 19:26
  • ...che cita come fonte it.wiktionary.org... – DaG Oct 26 '20 at 6:42
  • 1
    Dalle mie parti si diceva bigiare – Riccardo De Contardi Oct 26 '20 at 8:00
  • 1
    Mi ricordo che quando ancora andavo a scuola avevamo cercato di fare un catalogo comprensivo intervistando ragazzi da varie regioni d'Italia. Il numero di varianti aveva superato facilmente le 100... (dalle mie parti si diceva bruciare/bruxar verso Treviso e far manca più verso Padova e Mestre, ma le variazioni locali sono immense..) – Denis Nardin Oct 26 '20 at 14:57
  • 1
    A Roma per me è familiare “fare sega”, ma interrogherò qualcuno più giovane per vedere se oggi si usano altre espressioni. – DaG Oct 26 '20 at 15:32
5

In questo articolo nel blog dell'Istituto Europeo Firenze si può leggere:

Partiamo dal nord: in Valle d’Aosta, sentirete dire che quel ragazzo ha schissato la scuola, ma nel vicino Piemonte esistono già diverse varianti a seconda della provincia, anche se la più diffusa è tagliare. In Lombardia sentirete dire scavallare se vi trovate in Brianza, altrimenti impiccare in provincia di Bergamo, bigiare a Milano, mentre a Sondrio salano la scuola. In Veneto si dice far manca, ma anche brusare (bruciare) e far berna. Nelle Dolomiti bellunesi, esiste la variante fare plao. In Trentino troviamo i vocaboli delle regioni vicine, con qualche variante: fare blao, ma anche bruciare a Bolzano, bigiare a Trento. In Friuli la versione udinese è molto vicina all’italiano standard: andare in marina. Gli studenti di Trieste e Gorizia invece dicono fare lipe o lippa. In Liguria si dice saltare, conigliare, o forcare (come nella vicina Toscana). Se andate in Emilia Romagna, sentirete così tante varianti che vi si confonderanno le idee: per citarne qualcuna, salare a Piacenza, fare buco o fare fuoco a Bologna, fare fuga a Reggio Emilia e fare puffi a Rimini. Anche la Toscana non è da meno: a Firenze si usa dire fare forca, ma ad Arezzo fare chiodo, mentre a Livorno si fa brucia e a Pisa si fa bu’a, solo per dire alcune. In Umbria non c’è modo di sbagliarsi: si fa salina, mentre nelle Marche si fa sega, come nel Lazio. In Abruzzo sentirete un simpatico fare cuppo o cuppare, mentre nel vicino Molise si dice o fare spago o fare filone, come in Campania. In Puglia esistono molte varianti a seconda della provincia in cui ci si trova: nel Salento si usa nargiare, mentre nelle province settentrionali ritroviamo fare filone e fare fruscio. Anche in Calabria abbiamo l’imbarazzo della scelta: fare sciampalè, addrazzare, zumpare sono solo alcune delle varianti. In Basilicata si usano varianti delle regioni vicine, come fare filone e azzuppà; in Sicilia si dice buttarsela e in Sardegna fare vela.

4
  • Che cos'è l'“Istituto Europeo Firenze”? Una scuola di lingue? – DaG Oct 27 '20 at 9:08
  • 1
    Dal loro sito ufficiale : "L’ISTITUTO EUROPEO è situato nel cuore di Firenze, nella strada più bella e famosa della città, via Tornabuoni, dove si trovano boutique e caffè delle firme più prestigiose del mondo. L’Istituto è da molti anni specializzato nell’insegnamento della lingua, arte, musica e cultura italiana a studenti stranieri." – abarisone Oct 27 '20 at 9:11
  • Grazie, @abarisone! – DaG Oct 27 '20 at 10:27
  • Aggiungerei giusto un "balzare" che ho sentito da un amico di Biella (Piemonte) – ECL Oct 31 '20 at 18:45
2

In Sardegna (a Sassari e nel nord Sardegna in genere) si dice farsi ferie con il riflessivo. Fare vela, citato nell'articolo si usa a Cagliari e nel sud Sardegna.

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service, privacy policy and cookie policy

Not the answer you're looking for? Browse other questions tagged or ask your own question.