4

So che la frase "Non vedo l'ora" (traduzione letterale in inglese: "I can't see the time") è molto comune nel parlato quotidiano tra gli italiani. In inglese, è l'equivalente di "I can't wait", ma non ho mai sentito il corrispondente letterale "Non posso/riesco ad aspettare".

5
  • 1
    Due appunti: la traduzione letterale in inglese di "non vedo l'ora" è "I can't see the time/the instant". In secondo luogo "Non posso aspettare" è una frase esistente e comune in italiano, anche se meno di "non vedo l'ora".
    – Denis Nardin
    Commented Dec 9, 2021 at 18:34
  • Grazie Denis per il tuo commento. Ho cambiato la domanda un po'. Commented Dec 9, 2021 at 18:40
  • Benvenuto/a su Italian.SE!
    – Charo
    Commented Dec 9, 2021 at 20:07
  • 1
    Come osservato, “Non posso aspettare” esiste in italiano, ma ha un senso diverso da “I can't wait”. Significa che non mi è possibile aspettare: per esempio, succede qualcosa fra un'ora, ma io devo andare via entro mezz'ora.
    – DaG
    Commented Dec 9, 2021 at 22:18
  • "Non vedo l'ora" non ha come equivalente solo "I can't wait" ma anche "I'm looking forward to", che suggerisce la stessa idea di guardare verso il futuro.
    – secan
    Commented Dec 14, 2021 at 11:56

1 Answer 1

1

Il seguente estratto cerca di analizzare l’origine dal verbo “vedere” dal latino vid-ere (vedere) con il senso si “aspettare, attendere” da cui probabilmente la nostra espressione “non vedo l’ora”.

…… il significato originario che a me sembra il più probabile è: non posso attendere l’ora… nel senso di non sapere, non riuscire ad aspettare, tanto sono impaziente, l’ora in cui avverrà l’evento così desiderato.

Abbiamo visto infatti che la radice di lat. vid-ere ‘vedere, guardare’ poteva benissimo, nei primordi della sua storia, avere il significato di ‘aspettare, attendere’ come altri verbi esaminati, relativi all’area del senso della vista.

Sappiamo poi che il latino era una lingua concreta e diretta, per cui essa faceva solitamente a meno dei numerosi verbi cosiddetti fraseologici e spesso riempitivi come appunto sapere, potere, riuscire, volere, che in italiano si accompagnano di frequente agli infiniti di altri verbi per specificarne il colore. Perciò il semplice non video horam ‘non vedo l’ora’ si può rendere in italiano con ‘non riesco (non posso, non so, ecc.) a vedere l’ora…

(pietromaccallini.blogspot.com)

4
  • E chi è Pietro Maccallini?
    – DaG
    Commented Dec 10, 2021 at 23:13
  • Molto interessante. Grazie per questa spiegazione. Sembra che la maggior parte delle parole italiane vengono da latino perché è la lingua più vicina al latino. Commented Dec 11, 2021 at 8:15
  • 1
    @compbiostats: Attento: quell'estratto viene da un blog di chissà chi, che per giunta si esprime in termini di “a me sembra” e fa considerazioni generali che vogliono dire tutto e niente (“il latino era una lingua concreta e diretta...”). Non lo prenderei come una fonte definitiva.
    – DaG
    Commented Dec 11, 2021 at 18:08
  • 1
    Hai ragione DaG... era solo per la mia curiosità... Non sappiamo ancora chi è Pietro Maccallini. Commented Dec 11, 2021 at 20:53

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service and acknowledge you have read our privacy policy.

Not the answer you're looking for? Browse other questions tagged or ask your own question.