5

Non riesco a capire il motivo per cui in molte fonti trovo scritto "Sibilla" con la lettera maiuscola. Teoricamente dovrebbe essere un nome comune visto che le sacerdotesse erano più di una e quindi essere scritto in minuscolo. Vorrei capire quando metterlo con la lettera maiuscola e perché.

12

Quando il termine è in minuscolo indica una categoria, come nella frase, tratta da Wikipedia

Le sibille erano vergini dotate di virtù profetiche ispirate da un dio (solitamente Apollo), ed erano in grado di fornire responsi e fare predizioni, per lo più in forma oscura o ambivalente.

Talvolta invece il termine viene utilizzato come titolo onorifico, come nel caso della Sibilla Eritrea, la Sibilla Cumana e la Sibilla Delfica

Tale titolo trae probabilmente la sua origine dal nome proprio Sibilla. Sempre da Wikipedia:

In origine Sibilla (dal greco Sibylla) era un nome proprio di persona. Probabilmente era quello di una delle sibille più antiche, la Sibilla Libica, come ci attesta Pausania.

| improve this answer | |
5

Come si può leggere sul vocabolario Treccani, quando ci si rivolge ad una delle veggenti della Grecia Antica, si è soliti usare la lettera maiuscola, mentre nell'utilizzo scherzoso del termine, ove si indica una comune indovina, verrà preferita l'iniziale minuscola. Ad esempio:

La campitura sulla Sibilla Cumana

oppure

La campitura sulle sibille

| improve this answer | |
  • Ma allora per esempio io ho un dipinto con delle sibille che sono effettivamente delle sibille greche però quando non cito il loro nome per esempio: "la campitura sulla sibilla" scrivo sibilla o Sibilla. – G M Nov 29 '13 at 14:55

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service, privacy policy and cookie policy

Not the answer you're looking for? Browse other questions tagged or ask your own question.