2

Ho certi dubbi in merito all'accezione numero 37 del verbo "tenere" sul Grande dizionario della lingua italiana:

Pervadere intensamente, impressionare in forza una persona, occupandone l'animo in modo esclusivo (un sentimento, in partic. l'amore, anche personificato, un desiderio, uno stato d'animo); assillare, tormentare senza tregua (un dolore, una pena); suscitare uno stato di malessere spirituale, di turbamento, di affanno; in­quietare, angosciare (un dubbio, una preoccupazione, un timore).

Ho due domande al riguardo. La prima: questa accezione è ancora in uso nel linguaggio comune? Gli esempi Novecenteschi del GDLI sono di poeti.

La seconda: non sono sicura di aver capito come si usa questo verbo con questo significato. Potreste fare qualche esempio? Potrei dire la frase seguente?

La nostalgia sempre mi tiene.

8
  • La storia del perché sono arrivata a interessarmi da questa particolare accezione del verbo "tenere" è un po' lunga da spiegare. Se lo credete necessario, però, posso cercare di farlo.
    – Charo
    Jul 17, 2023 at 19:54
  • 2
    Non saprei dare una risposta esauriente, ma direi che si può considerare equivalente a dominare, possedere: la nostalgia mi domina, mi possiede. La frase va bene, però anche a me sembra abbastanza letterario, quantomeno poco quotidiano, anche se mi sembra si possa usare: la paura mi tiene, il desiderio mi tiene. Per un esempio famoso dell'accezione dominare c'è Pascoli: "Romagna solatia, dolce paese, cui regnarono Guidi e Malatesta; cui tenne pure il Passator Cortese, re della strada, re della foresta": cui tenne vuol dire che dominò. Jul 17, 2023 at 23:04
  • 1
    @BakerStreet: Bel esempio! La prima parte fa pensare tanto a Dante... Ma direi che il tuo commento vada bene come risposta.
    – Charo
    Jul 18, 2023 at 8:49
  • Grazie Charo. Se pensi che va bene allora lo posto come risposta. Jul 18, 2023 at 20:17
  • 2
    Personalmente direi: ”mi prende sempre la nostalgia.”la frase “Il mio animo è sempre pervaso dalla nostalgia” è corretta ma non colloquiale.
    – Hachi
    Jul 19, 2023 at 16:09

1 Answer 1

1

Tenere, riferito a sentimenti, si può considerare equivalente a dominare, possedere: la nostalgia mi domina, mi possiede.

La frase la nostalgia sempre mi tiene quindi va bene, però anche a me suona abbastanza letteraria (anche per l'inversione di sempre e mi tiene, mi tiene sempre sarebbe più prosaico).

Quantomeno suona poco quotidiano, anche se mi sembra si possa usare: la paura mi tiene, il desiderio mi tiene.

Per un esempio famoso dell'accezione dominare c'è Pascoli:

Romagna solatìa, dolce paese,

cui regnarono Guidi e Malatesta;

cui tenne pure il Passator Cortese,

re della strada, re della foresta.

(cui tenne qui vuol dire che dominò.)

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service and acknowledge you have read our privacy policy.

Not the answer you're looking for? Browse other questions tagged or ask your own question.