1

Oggi ho letto questo su Facebook:

In nome del "politicamente corretto", diventò così antidemocratico criticare il bellicismo occidentale od antisemita quello israeliano, fondamentalista o patriarcale invocare il rispetto delle tradizioni e dei luoghi di culto propri ed altrui, sessista e maschilista criticare l'arroganza di certe donne, omofobo quella di certi gay, o razzista quella di certi stranieri, o fascista quella di certi liberali di sinistra e comunista quella di certi liberali di destra. Poi finì che ci guardammo tra di noi e ci scoppiò da ridere, e così tutto quel bel mondo di finzioni ed illusioni semplicemente se ne sparì, sotto una bella risata.

Non capisco il significato di "quella" nelle seguenti frasi: "omofobo quella di certi gay", "razzista quella di certi stranieri", "fascista quella di certi liberali di sinistra e comunista quella di certi liberali di destra".
Inoltre, non capisco perché usa il passato remoto. Non ne dubito la correttezza perché lui di mestiere fa lo scrittore.

Qualcuno mi illumina? Grazie mille.

2
  • Chi è il “lui” che fa lo scrittore?
    – DaG
    Oct 29, 2023 at 14:52
  • 1
    È un giornalista di Pisa.
    – wensi
    Oct 29, 2023 at 17:45

1 Answer 1

6

Guarda la frase precedente:

...criticare l'arroganza di certe donne, omofobo quella di certi gay, o razzista quella di certi stranieri, o fascista quella di certi liberali di sinistra e comunista quella di certi liberali di destra.

Quindi il "quella" si riferisce sempre all'arroganza.

...criticare l'arroganza di certe donne, (diventò) omofobo (criticare) quella (l'arroganza) di certi gay, o (diventò) razzista (criticare) quella (l'arroganza) di certi stranieri,...

Per quanto riguarda l'uso del passato remoto, posso solo ipotizzare che il testo sia ambientato nel futuro e stia parlando di ciò che successe nel passato (ossia attualmente) e che presumibilmente portò a certe conseguenze delle quali ha parlato o parlerà nel testo.

4
  • Grazie della preziosa spiegazione. Mi è rimasta un dubbio: è normale nella scrittura e nel parlato omettere "criticare"? Così, sorvolare due tre parole di fila mi aveva creato molta difficoltà nella comprensione. Per quanto riguarda l'uso del passato remoto, rimango in attesa di altre spiegazioni, ed eventualmente chiederò spiegazione all'autore del testo.
    – wensi
    Oct 28, 2023 at 21:03
  • 3
    Omette "criticare" perché quello sarebbe il verbo ripetuto, non ha nulla di speciale. Se il verbo fosse stato, ad esempio, "andare", avrebbe potuto omettere quello: "gli piaceva molto andare al cinema, a teatro, allo stadio".
    – persson
    Oct 28, 2023 at 22:33
  • Ho capito!! Grazie mille.
    – wensi
    Oct 29, 2023 at 10:58
  • Riporto la risposta sua: è un modo retorico: è come se parlassi di un fatto passato, anche se in realtà è attuale. Infatti quando poi scrivo "poi finì che ecc." appare come se quel fatto ad un certo punto fosse finito ed oggi non esistesse più. Dà l'idea di una futura possibilità, come se fosse una previsione, perché tanto appare paradossale un fatto del genere che appare pure difficile che possa davvero durare a lungo.
    – wensi
    Oct 29, 2023 at 17:47

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service and acknowledge you have read our privacy policy.

Not the answer you're looking for? Browse other questions tagged or ask your own question.