5

leggendo questa domanda, mi è venuto in mente che non saprei come scrivere

ho collezionato trentuno annate di Uncinetto estremo.

"Annata" è femminile, ma "trentuno" è invariabile; non ce la farei proprio a scrivere "trentun'annate", mi spiace. Voi che fareste, a parte non fare né elisione o troncamento oppure girare la frase come nella barzelletta di chi scrive una lettera a un canile "buongiorno, vorrei prendere due pastori belg...belgh... vabbè: vorrei prendere un pastore belga, anzi due"?

3

In passato si scriveva “ventuna pagina”, per esempio qui (1756) e qui (1780), ma, sinceramente, “ventuno cavallo” mi parrebbe alquanto affettato e arcaico. Ne scriveva Luciano Satta suggerendo il problema di ventuno cavallo bianchi o ventuno cavallo bianco?

Ormai si dice trentun anni, trentuno valigie e l'invariabilità dice che l'ortografia è trentun annate. Il caso di buono è diverso: da buono amico viene buon amico perché si può dire buon compleanno; da buona amica viene buon'amica perché non si può elidere/troncare davanti a consonante.

Obiezione: non si può dire trentun sedie! Vero, ma la parola è la stessa sia per il maschile sia per il femminile. E, ripensandoci, trentun sedie non mi fa tutta questa impressione. Poi, fa' come ti pare. Se hai l'incertezza, scrivi trentun'annata e aggiungi che per te i secoli non sono passati. Ma attento: trentun'annata rilegata o trentun'annata rilegate? ;-)

| improve this answer | |

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service, privacy policy and cookie policy

Not the answer you're looking for? Browse other questions tagged or ask your own question.