7

Qual è il sostantivo che descrive l'azione dell'impersonare: "impersonazione" o "impersonamento"?
Cercando i termini online ho trovato utilizzi per tutt'e due: per citare un esempio, esistono due libri dai titoli "Persona e impersonazione: Uso rituale delle maschere presso gli Zuni" e "Classificatori e impersonamento nella lingua dei segni italiana".
Consultando vocabolari online della lingua italiana non ho, invece, trovato definizioni per nessuna delle due parole.

3

Google Ngram Viewer sembra indicare che i due termini sono usati all'incirca con la stessa frequenza, anche se apparentemente negli ultimi anni l'uso di impersonazione pare più comune. Google Search (1, 2) conferma questo trend, fornendo 900 risultati per impersonamento contro i 3.800 di impersonazione.

Ciò non significa che impersonamento abbia una connotazione antiquata, o che non suoni altrettanto "naturale"; tra le due parole non c'è nessuna sfumatura di significato, e un interlocutore comprenderà entrambi i termini.

1
  • Così non ce n'è uno più corretto dell'altro ma sono entrambi validi... Grazie per la risposta. – denf86 Aug 12 '14 at 13:47
2

Penso si debba dire che sono, oramai, entrambe scorrette, perché completamente in disuso. La risposta alla domanda "qual'è il sostantivo per impersonare?", in vari casi è "imitazione". Se invece si tratta di una situazione che non permette l'uso di questo termine, si usa l'infinito o l'infinito passato:

He was arrested for impersonating a police officer
È stato arrestato per l'imitazione di un agente di polizia (*)
È stato arrestato per aver impersonato un agente di polizia

Identicamente, volendo riscrivere oggigiorno le frasi che suggerivi penso andrebbero cambiate (a meno di volersi atteggiare ad esperti del campo che coniano o riesumano il linguaggio di settore)

"La persona e l'impersonare: Uso rituale delle maschere presso gli Zuni"
"I classificatori e l'impersonare nella lingua dei segni italiana"

4
  • Su quale pianeta imitazione è sinonimo di impersonazione? Nel tuo esempio sull'agente di polizia le due traduzioni hanno significati completamente diversi. Nella prima la persona arrestata (che potrebbe anche essere un poliziotto) stava facendo le stesse azioni che faceva l'agente ("tipo specchio") e l'arresto sarebbe alquanto strano; nel secondo caso invece stava cercando di truffare qualcuno facendosi passare per un agente di polizia quando non lo era. Almeno, questo è il significato che se ne trae. Forse conviene cercare un esempio migliore se vuoi supportare quella tesi. – Bakuriu Aug 13 '14 at 11:49
  • Forse dovresti leggere meglio prima di commentare. Prima di fare l'esempio del poliziotto ho scritto proprio: "Se invece si tratta di una situazione che non permette l'uso di questo termine, si usa l'infinito o l'infinito passato". L'esempio in questione è proprio un caso in cui non si può usare certo "imitazione". Però "ha impersonato Renzo Arbore" e "ha imitato Renzo Arbore" hanno lo stesso identico significato. – Kokoroatari Aug 13 '14 at 13:04
  • Quindi secondo te mettere un esempio che contraddice quello che hai appena detto dovrebbe rendere la tua risposta migliore? Per come è scritto sembra che tu voglia fornire un argomento a supporto, quando invece non lo è. Se non espliciti questo il senso che ne risulta è sbagliato. Di norma la costruzione asserzione: esempio implica che esempio mostri quello che si intendeva in asserzione, non l'opposto o qualcosa di diverso. – Bakuriu Aug 13 '14 at 17:07
  • Non c'è sostantivo per una traduzione diretta, si può usare imitazione o l'infinito. L'esempio si riferisce al secondo caso, l'esempio di Renzo Arbore al primo. Non è difficile. Dici che ti pare confuso, ma ho scritto "SE INVECE si tratta di una situazione che NON PERMETTE L'USO DI QUESTO TERMINE", come fa a risultarti confuso? Ora, puoi accettare graciously di aver male interpretato l'esempio e la seconda parte del discorso, credendo si riferisse a "imitazione", o puoi continuare a trollarmi. Un consiglio per la prossima volta: "se mi sono confuso io, può capitare a altri" è onesto e funziona – Kokoroatari Aug 13 '14 at 17:36
2

Cercando i termini online ho trovato utilizzi per tutt'e due: per citare un esempio, esistono due libri dai titoli "Persona e impersonazione: Uso rituale delle maschere presso gli Zuni" e "Classificatori e impersonamento nella lingua dei segni italiana".

Il termine impersonamento è un termine tecnico della LIS e probabilmente ha la medesima origine anglosassone

Il termine impersonazione è stato pian piano mutuato dall'inglese prima nella psicoanalisi, nel gergo teatrale ("la sua impersonazione di Amleto") e pian piano si farà strada come tanti neologismi

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service, privacy policy and cookie policy

Not the answer you're looking for? Browse other questions tagged or ask your own question.