3

Ho letto queste due frasi che contengono l'espressione "alcuna differenza" o "qualche differenza", la prima è una negazione, mentre la seconda è una frase interrogativa:

Matematicamente non c'è alcuna differenza tra particelle e antiparticelle, a parte il segno della carica.

 

C'è qualche differenza tra le due teorie?

La mia domanda è: sarebbe corretto usare "alcuna differenza" nella frase interrogativa? Cioè,

C'è alcuna differenza tra le due teorie?

è una costruzione corretta?

  • 3
    Può anche essere corretta, ma la trovo affettata e inusuale. Nota che anche l'uso di "alcuno" in frasi negative è declinante: non c'è nessuna differenza è forse addirittura più comune di non c'è alcuna differenza. – egreg Sep 8 '14 at 23:08
  • 1
    L'uso dell'aggettivo e pronome indefinito "alcuno" è questione di registro linguistico. Chi lo usa in una frase interrogativa difficilmente lo farà in combinazione con "c'è" che appartiene ad un registro più basso. Probabilmente dirà «V'è forse alcuna differenza tra…», in associazione con "v'è" e aggiungendo un pizzico di retorica ("forse"). Potrebbe persino spingersi a dire «V'è forse differenza alcuna tra…» - questo però è registro colto da accademici, studiosi, artisti, etc. Altrimenti dirà «C'è qualche differenza tra…» o «Esiste qualche differenza tra…» o «Esistono differenze tra…». – user193 Sep 9 '14 at 0:21
  • Capisco. Grazie mille! I vostri commenti sono davvero utili! – Charo Sep 9 '14 at 6:13
6

Sì, puoi perfettamente dirlo. Nel tuo esempio, alcuna e qualche significano un numero indeterminato di cose (astratte).

Principali significati di alcuno/a:

  1. Un numero indeterminato, limitato e circoscritto, di persone o cose:

    Ho visto alcuni amici (Non specifichi esattamente quanti)

  2. Qualche:

    Per alcun tempo (~ per qualche tempo)

  3. Nessuna:

    Non hai voglia alcuna (~ Non hai nessuna voglia)

I principali significati di qualche:

  1. Alcuni, pochi:

    Resta solo qualche giorno di tempo (Restano solo pochi giorni)

  2. Numero inderterminato di una cosa astratta (~ alcuno/a):

    Ho accettato dopo qualche esitazione (Ho accettato con alcuna esitazione)


In generale, molto spesso questi aggettivi/pronomi possono scambiarsi, solo col tempo capirai quando usare uno piuttosto che l'altro.

  • Bene, ma la frase "C'è alcuna differenza tra le due teorie?" è in un linguaggio più formale di "C'è qualche differenza tra le due teorie?" – Charo Sep 8 '14 at 15:21
  • Secondo me, no. – nbro Sep 8 '14 at 15:39
  • 2
    Come accennato su, l'uso di alcuno in una frase interrogativa assieme a c'è mi sembra una contaminazione di registri linguistici. – user193 Sep 9 '14 at 0:41
  • @randomatlabuser Ok, fate pure come volete ;) – nbro Sep 9 '14 at 0:53
  • 2
    @cell, in realtà a me sembra che la tua risposta sia utile - col mio commento intendevo solo aggiungere uno spunto di riflessione. Certamente "c'è qualche differenza…" è una frase grammaticalmente corretta. – user193 Sep 9 '14 at 0:58

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service, privacy policy and cookie policy

Not the answer you're looking for? Browse other questions tagged or ask your own question.