3

Devo scrivere una lettera molto formale dove userò il Lei maiuscolo, della quale qui sotto c'è un passaggio.

...

Sì, nonostante Lei abbia concorso a formare il 40,8%, non si sconforti, a breve saranno indette nuove elezioni.

...

La domanda è: Quel si, visto che si riferisce alla persona riferita dal Lei con la L maiuscola, deve essere scritto Si con la S maiuscola?

3

I pronomi allocutivi di cortesia sono:

Tu, Te, Ti, Ella, Lei, La, Le, Voi, Vi, Loro, Li

Poi vi sono i relativi aggettivi possessivi:

Tuo, Tua, Tuoi, Tue, Suo, Sua, Suoi, Sue, Vostro, Vostra, Vostri, Vostre, Loro

Questi per convenzione vanno in maiuscolo in documenti molto ufficiali (per esempio nelle comunicazioni tra organi dello Stato). Che io sappia le maiuscole di reverenza alla seconda persona singolare si usano esclusivamente quando ci si rivolge a dèi, dee e simili.

Forme come Glielo, Gliela e simili sono sconsigliati in quanto mescolano a forme solenni un registro linguistico di rango inferiore.

I pronomi riflessivi invece non sono considerati allocutivi di cortesia e non richiedono la maiuscola.

| improve this answer | |
  • 1
    Nel senso che glielo apparterrebbe a un registro linguistico basso? Scherzi? Diciamo piuttosto che la scrittura formale in cui si scrive chiederLe appartiene a un registro linguistico suo proprio che non ha molto a che fare con la lingua comune parlata e scritta. – egreg Oct 1 '14 at 6:42

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service, privacy policy and cookie policy

Not the answer you're looking for? Browse other questions tagged or ask your own question.