6

La mostra alla Fondazione Galleria Civica di Trento è parte di un più ampio progetto retrospettivo che include le mostre tenutesi, nel 2010, presso Villa Arson, Centre national d’art contemporain di Nizza e Salzburger Kunstverein di Salisburgo.

Se non erro, o, come dicono certi, non vado errato, un progetto è qualcosa che si riferisce al futuro e, per contro, retrospettiva è una cosa che si riferisce al passato.

Se così, cosa significa precisamente 'progetto retrospettivo' lì sopra?

  • 1
    La risposta che nessuno può darti: spesso e volentieri le persone usano parole (che normalmente avrebbero un significato preciso) in modo poco sensato, solo per fare scena. "Progetto retrospettivo", qualunque cosa significhi, è una gran figata, "come fosse Antani". O se preferisci, "la tua richiesta esprime cogenza in un sublimarsi d'oblio"! – gd1 Oct 6 '14 at 20:18
  • 2
    Giusto, @gd1, e in effetti per qualche motivo questo tende a succedere più spesso proprio nel linguaggio dei critici d'arte e dei cataloghi. (Ho amici traduttori anglofoni che si strappano i capelli quando devono tradurre testi di questo tipo dall'italiano...) – DaG Oct 6 '14 at 20:43
7

Direi che “retrospettivo” qui non sia nel senso generale di “rivolto all'indietro”, ma mutui il significato da quello della forma sostantivata “retrospettiva”, nel senso di mostra con un ampio respiro storico. Quindi un “progetto retrospettivo” sarà un programma composto da varie mostre di questo tipo collegate.

Però è vero, alla lettera è un bell'ossimoro.

| improve this answer | |
  • 3
    Come mai il voto negativo, tanto per capire dove ho sbagliato? – DaG Oct 4 '14 at 9:24
3

Potrebbe anche darsi che si intenda un insieme futuro (da cui il "progetto") di rievocazioni del passato (da cui "retrospettivo").

| improve this answer | |

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service, privacy policy and cookie policy

Not the answer you're looking for? Browse other questions tagged or ask your own question.