4

Supposto che

Se sì, quand'è il caso di usare l'una piuttosto che l'altra?

sia corretta, è anche corretta

Se sì, quand'è che è il caso di usare l'una piuttosto che l'altra?

?

E qual è la differenza fra le due espressioni?

3
  • 1
    Ho modificato i tag a "grammar", perché questa domanda verte sull'analisi logica più che sulla storia della lingua. Riguardo alla domanda, +1: la seconda espressione è di uso comune, ma non saprei spiegare se e perché è grammaticalmente corretta. – Giulio Muscarello Oct 8 '14 at 5:22
  • 3
    Pleonasmo sul modello di quand'è che si va?, forse. Sinceramente quand'è che è mi suona molto male. – egreg Oct 8 '14 at 7:25
  • 2
    Non sono un esperto di storia della lingua, ma a me questo costruzioni danno un forte senso di francesismo (sullo stile della costruzione interrogativa con est-ce que, che implementa più o meno lo stesso dispositivo grammatico). – Giovanni Mascellani Oct 9 '14 at 9:32
2

Sì, la seconda frase è corretta, dal punto di vista della grammatica. Il suo significato è:

Quando avviene (è) che conviene (è il caso di]...?

Come forma non è troppo elegante, ma può comunque essere usata in qualsiasi contesto (anche se andrebbe evitata quando è richiesto un linguaggio forbito).

La prima e la seconda espressione hanno lo stesso significato, ma la prima è da preferire perché evita la sgradevole ripetizione. Se non vi fosse stata tale ripetizione ("Quand'è che conviene..."), le due forme sarebbero state equivalenti.


Una nota: entrambe le forme sono usate, ma nel parlato si tende a pronunciare qualcosa tipo "quand'è ch'è il caso di...", cioè legando insieme le due E.

2
  • Whoops! Grazie, @DaG. – Giulio Muscarello Oct 8 '14 at 9:57
  • Non sono del tutto d'accordo. A me la ripetizione non suona sgradevole e, anzi, la trovo forse preferibile perché la prima mi sembra un po' "corta". Inoltre tenderei a pronunciare la seconda come quand'è che è piuttosto che quand'è ch'è. Per cui sono portato a pensare che in realtà si tratti di varianti che dipendono per lo più dal gusto. In ogni caso, entrambe le forme appartengono ad un registro abbastanza colloquiale. – Giovanni Mascellani Oct 9 '14 at 9:31

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service, privacy policy and cookie policy

Not the answer you're looking for? Browse other questions tagged or ask your own question.