7

Il termine "water", è l'abbreviazione (pronunciata all'italiana) dell'inglese water-closet (letteralmente: stanzino dell'acqua). Il termine viene usato dall'inizio degli anni 60 e diventa sempre più popolare dagli anni 80 come risulta da Ngram (tazza del water).

L'adozione e l'uso di anglicismi è un fatto comune per la lingua italiana, ma in particolare per questo termine mi chiedo come mai abbiamo adottato il corrispettivo inglese. Forse perché i primi bagni erano importati dall'Inghilterra o per qualche altro motivo?

7
  • 4
    In catalano e in spagnolo abbiamo avuto esattamente lo stesso fenomeno.
    – Charo
    Nov 23 '14 at 11:48
  • 7
    In italiano ci sono vari esempi di vocaboli importati da una lingua straniera (spesso il francese, in questo caso anche l'inglese) per ragioni di delicatezza. Per esempio, "essere in déshabillé" invece di "essere nudo/nuda". Secondo me questo potrebbe essere un altro fenomeno di questo tipo. Nov 23 '14 at 15:35
  • 1
    @giomasce Mai sentito quell'esempio francese. Ho sempre detto "sono nudo" quando volevo dire "sono nudo", e volendo essere più delicato direi semplicemente "svestito".
    – Bakuriu
    Nov 23 '14 at 16:18
  • 1
    Termine tipicamente eufemistico.
    – egreg
    Nov 23 '14 at 21:42
  • 3
    @Mauro Vanetti: Non c'è alcuna prova che le cause siano quelle che citi. Inoltre, water può essere presente in opere e scritti del tardo novecento inteso come 'acqua', dato che quella parola in lingua originale non ha solo 'cesso' come significato.
    – funforums
    Nov 27 '14 at 16:28
3

Non è un granché, ma ho trovato questo articolo secondo il quale molte lingue usano forestierismi per designare il "water" per un meccanismo simile all'eufemismo. Ad esempio, la Wikipedia afferma che il termine "water closet" è stato coniato in Inghilterra intorno al 1870, ma adesso gli inglesi usano il vocabolo d'origine francese "toilet" e non più WC.

Sembra che l'origine dell'articolo sia il giornale spagnolo ABC.

1
  • La causa è esattamente questa: uno dei motivi più tipici del prestito è proprio l'eufemismo (o al contrario talvolta l'esigenza di aumentare l'impatto: shock). L'esempio di gabinetto > toilette è riportato da Fusco in Cos'è l'interlinguistica, dedicato appunto ai vari tipi di prestito
    – user2750
    Sep 29 '16 at 15:54

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service, privacy policy and cookie policy