5

Recentemente sono andata a vedere il balletto Pulcinella di Igor Stravinskij in versione concerto. Prima del concerto vi hanno spiegato cos'erano i zanni, i personaggi dei servi nella commedia dell’arte. Questo nome, "zanni", mi è sembrato molto curioso e mi sono chiesta da dove provenisse. Ho cercato informazioni su Wikipedia e sul vocabolario Treccani. Nel Treccani ho trovato

propr. Zanni, forma toscanizzata del veneto Zani, corrispondente al tosc. Gianni, ipocoristico del nome proprio Giovanni.

E su Wikipedia ho letto:

Il nome di Zanni, come Zuan, è una versione veneta del nome Gianni, un nome molto diffuso nel contado veneto-lombardo da dove venivano la maggior parte dei servitori dei nobili e dei ricchi mercanti veneziani.

La mia domanda è: sapreste dirmi qualcosa sul perché di questo nome proprio, Zanni o Zuan, nella commedia dell’arte? C'è stato forse qualche personaggio con questo nome?

4
  • un parlante nativo direbbe preferibilmente "andata a sentire", o molto più facilmente "andata a vedere". Meglio ancora: "sono stata a vedere". Se non ricordo male c'era una domanda a proposito qualche tempo fa :) – Tobia Tesan Jun 6 '15 at 17:20
  • @TobiaTesan: Grazie mille, ho fatto la correzione! – Charo Jun 6 '15 at 17:46
  • 2
    E visto che non è stato citato, ci sta bene lo zanni in grammelot di Dario Fo. – DaG Jun 16 '15 at 14:46
  • 1
    @DaG: Adesso ho scoperto che il testo in grammelot di La fame dello Zanni (non esattamente le stesse parole del video, ma la stessa storia) si trova nel libro Mistero buffo, pubblicato da Einaudi. – Charo Jan 8 '18 at 20:06
7

Ci sono due spiegazioni diverse sull'origine di questo termine.
Il Vocabolario Etimologico di Pianigiani (1907) suggerisce a) provenienza latina, e b) provenienza dal nome del villano bergamasco:

enter image description here

La prima versione è più vecchia e corrisponde a quello che scrive Vincenzo De Amicis nel libro L'imitazione latina nella commedia italiana del XVI secolo (1871, p.20):

Il nome stesso di Zanni dato alle maschere della commedia dell'arte, ne indica appunto la origine, chè esso non è altro che il latino Sannio <...>.

enter image description here

E così scrive anche Francesco Saver Quadrio in Storia e della Ragione d'Ogni Poesia (1744, II, p. 213):

Dico adunque, che la voce Zanni è a noi derivata originalmente dal Greco Sannos, voce da Gratino, e da altri Greci usata, a lignificare uno stolto, o scempio, dalla quale trassero i Latini Cornici la lor voce Sannio, e sanniu. <...> E perché appunto quelli Scempi, e Stolti fanno con le lor positure, aspetti, e gesti, mille morfie, onde movere il riso, disse però ottimamente Tullio cosi scrivendo: "E che ci può essere tanto ridicolo, quanto un Sannione, il quale con la bocca, col volto, con imitare i movimenti, con la voce, finalmente con tutto il corpo è motivo di riso?"

enter image description here

La seconda spiegazione, proprio quella che viene suggerita in tutti i dizionari moderni, è più recente. Per esempio, dizionario di De Mauro e Mancini:

zanni
1. personaggio della commedia dell’arte che rappresenta il servo scaltro e imbroglione, oppure il servo sciocco o finto sciocco dalle trovate burlesche e ridicole
2. (non com.) buffone, pagliaccio: fare lo zanni
Etimologia ← forma toscanizzata del ven. zani, riduzione dial. del nome proprio giovanni.

Questa spiegazione viene attribuita a Carlo Dati, come citato da Gilles Ménage nel libro Le origine della Lingua Italiana (1685, p.498):

ZANI. ZANNI. Buffone. Dissi nelle mie origini Francesi, che questo vocabolo Italiano derivava dal Greco-Barbaro sanniu, voce dello stesso significato. E questo è anche il sentimento di quel gran Letterato Claudio Salmasio, sopra l'istoria Augusta. <..> Ora sono del parere del Signor Carlo Dati, quel celebre Accademico della Crusca, a cui tanto debbono le Lettere Toscane, il quale tien per fermo che sia stata corrotta questa voce da quella di Giovanni.

Ménage poi recita la lettera completa di Carlo Dati (che è troppo lunga per riprodurla qui) e conclude che "Sig. Ferrari seguita il Salmasio" (cioè Ottavio Ferrari nelle Origini della lingua Italiana), ma che Ménage stesso non è "di parere di cangiar sentimento".

Quadrio, menzionato sopra, è molto scettico per quanto riguarda la provenienza di questo termine dal nome Giovanni:

Io ben so, che Carlo Dati, riferito dal Menagio, l'ha creduto che quello nome di Zanni fosse derivato da Giovanni, che in Lingua Toscana per abbreviazione si dice Gianni, e che i Lombardi dicono Zanni, conghietturando che forse per essersi uno de' primi Arlichini chiamato Giovanni sia rimesa questa denominazione a tutti gli altri susseguiti Arlichini. Io non mi maraviglio pero tanto di esso Dati, che abbia abbondonata la primiera etimologia <...>

... ma, ovviamente, l'opinione di Dati, uno degli Accademici della Crusca, ha guadagnato più rispetto e credibilità.

TL;DR La spiegazione vecchia è che zanni proviene dalla voce latina sannio con lo stesso significato. La versione "moderna" è stata introdotta nel 1685 e insiste che Zanni non significhi altro che Giovanni (=Gianni), come si pronuncia in Lombardia e per lo più a Bergamo. Gli esperti in etimologia e nella storia dell'arte hanno considerato credibili tutte e due versioni.

5
  • I.M., ci sono fonti contemporanee che danno credito alla versione “sannita” di Zanni? – DaG Jun 7 '15 at 15:42
  • 3
    @DaG, non credo. La domanda mi ha incuriosito tantissimo, ho passato ben due giorni su Google. Ci sono fonti contemporanee, sia italiane che inglesi, che menzionano tutte e due versione, mai solo quella "sannita". Guarda, per esempio, qua o qua. Poi ci sono anche un paio di libri che parlano esclusivamente delle origini di zanni. Ho messo i link nel commento sotto, non so se riuscissi a trovargli... – I.M. Jun 7 '15 at 16:21
  • 2
    @DaG, ecco i link: un libro e un articolo. – I.M. Jun 7 '15 at 16:22
  • 2
    ... e poi c'è una Anna Moro che riporta l’etimologia della parola "zanni" dall’arabo medievale "zanj" - "lavoratore, ovvero servo proveniente dall’Africa orientale"... (Mi fermo qua credo, basta versioni, grazie...) – I.M. Jun 7 '15 at 16:30
  • Grazie per il lavorone, I.M.! – DaG Jun 7 '15 at 21:04
4

Alle fonti citate da I.M. aggiungo quello che scrivevano Carlo Battisti e Giovanni Alessio nel loro Dizionario etimologico (1966):

personaggio ridicolo della commedia bergamasca, arlecchino; ‘Giovanni’. È il nome con cui nel XVI sec. si chiamavano i servi bergamaschi. Cfr. il piem. gianàs sciattone e i diversi zaneìn, s'oanìn, zanìn l'acaro del formaggio. Ne dipende il rom[ano] ‘zagnotta’. Nel Lippi (a. 1676) e nel Magalotti (1667) nanni, con assimilazione e col senso di minchione. Cfr. ‘giandùia’. – Il calabrese n'ha dedotto un verbo z'annïari burlare. – Il vecchio collegamento coi sanniones delle atellane (a. 1669, Perrucci) fu già combattuto da Carlo Dati.

Il più recente Cortelazzo-Zolli conferma l'ipotesi “Giovanni”, con un possibile variante, e dà per superate altre tra cui quella “sannita”:

Dal n[ome] pr[oprio] Zanni ‘Giovanni’. Già il T[ommaseo-]B[ellini] spiegava: “è voce bergamasca, accorciata dall'intero nome Giovanni, che rappresenta un Servo semplice e goffo bergamasco” e Migl[iorini] [Dal] N[ome ]P[roprio al nome comune] 226, accettando questa spiegaz[ione], accennava all'inverosimilità di vedere nel n[ome] della maschera il lat[ino] Sannio. Tuttavia, il problema dell'orig[ine] remota resta, così, aperto. Una possibile soluzione è stata proposta da L. Lazzerini, Preistoria degli Zanni: mito e spettacolo nella coscienza popolare (negli Atti del Convegno su Scienze, credenze occulte, livelli di cultura, Firenze, 1982, pp. 445-475), che ritiene, con l'appoggio di una appropriata documentazione, che Giovanni si sia sovrapposto a Zan, continuatore di Dianus, corrispondente m[aschile] di Diana, diventata un ‘essere demoniaco’ presso le popolazioni romane cristianizzate. Inutile richiamare una eventuale contaminazione con zana ‘cesta’, ma anche ‘chi s'incaricava di recapitare qualcosa dietro commissione e a pagamento’, come ha il Machiavelli in una lettera a Francesco Vettori del 25 febbraio 1514 (R[ivista ]D[ialettale] I 1975 466-467). – Bibl[iografia] sul personaggio: V. Pandolfi, La commedia dell'arte, I, Firenze, 1957, pp. 155-293.

9
  • Dunque, se ho capito bene, questa fonte sembra non dare retta alla provenienza latina da Sannio. – Charo Jun 6 '15 at 18:30
  • @Charo: Infatti, e anche tutti i dizionari recenti che ho visto concordano su “Giovanni” etc. Qualcuno ha il Cortelazzo-Zolli sotto mano? – DaG Jun 6 '15 at 23:39
  • 1
    @Charo, nella mia risposta ho aggiunto il libro che sembra la fonte principale sulle origini di zanni dal nome Giovanni. – I.M. Jun 7 '15 at 15:16
  • 1
    @Charo, ho aggiunto la voce del Cortelazzo-Zolli. – DaG Jun 15 '15 at 18:15
  • 1
    @I.M., come sopra. (Scusate lo spam, ma non si può notificare con la chiocciola un commento a più di una persona.) – DaG Jun 15 '15 at 18:16

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service, privacy policy and cookie policy

Not the answer you're looking for? Browse other questions tagged or ask your own question.