10

Nell'ultima strofa di una poesia di Angelo Maria Ripellino, la n. 84 di Lo splendido violino verde, trovo la parola “sdrusolina”:

Dovrò sempre tenere con me in un cartone,
in una smancerosa scatolina,
una maschera ardente di bellimbusto e imbroglione,
da indossare se appare una sdrusolina,
non bussola di speranza, ma stella di perdizione.

Non trovo questa parola in nessun dizionario.

Dal contesto, qui e nell'unico altro esempio che trovo in rete, «Il Signore, in casa del Conte, gli fa sposare istasera una bella sdrusolina per maladetto suo dispetto», da Il Marescalco di Pietro Aretino, deduco che sia una figura femminile (una giovinetta? una seduttrice? una nobildonna?), ma non so veramente che cosa significhi.

Qualcuno lo sa, e possibilmente anche l'etimo? (A naso, si direbbe derivata da una forma settentrionale di “sdrucciolo”...)

2

Il Grande dizionario della lingua italiana dà il significato e l'etimologia di questo termine. Da notare che, tra le citazioni di questa voce, viene anche riportata la definizione del Vocabolario dell'uso toscano di Fanfani che appare nella risposta di @gbutters:

    Ṣdruṣolina, sf. Tosc. Ragazza vivace e graziosa.
    Aretino, VI-44: Il Signore, in casa del conte, gli fa spo­sare istasera una bella sdrusolina per maladetto suo di­spetto. Fanfani, Uso tosc. [s. v.]: ‘Sdrusolina’: si dice in al­cuni luoghi di Toscana come appellativo carezzevole di fanciulla vispa e graziosa.
    = Dal nome della principessa Sdrusolina, personaggio del romanzo ‘I Reali di Francia’ di Andrea da Barberino.

Quindi, l'origine di questo vocabolo è da cercarsi nel nome di un personaggio femminile de I Reali di Francia di Andrea da Barberino (nato verso il 1370), la figlia del re Balante, che infatti nel romanzo viene chiamata Drusolina.

| improve this answer | |
10

Sembra che tu abbia ragione sul significato di una figura femminile. Secondo la fonte che ho citato sotto:

sdrusolina. Toscana. appellativo carezzevole di fanciulla vispa e graziosa

Viene dal libro: Vocabolario dell'uso toscano compilato da Pietro Fanfani

| improve this answer | |
  • Ottimo, grazie! Nessuna idea sull'etimologia? – DaG Jun 23 '15 at 12:23
7

Anche io ho trovato dei riferimenti della parola alla figura femminile e probabilmente, stando a quello che ho letto, ha in effetti origini toscane.

Nel "Supplimento a' vocabolarj italiani proposto da Giovanni Gherardini: T-Z. 6" dice:

enter image description here

Supplimento a' vocabolarj italiani proposto da Giovanni Gherardini: T-Z. 6

Secondo il Vocabolario lucchese è una variante della parola drusolina, con "s intensivo", ma di questa variante non ho trovato altre informazioni.

enter image description here

Fanno entrambi riferimento al "Marescalco dell'Aretino".

| improve this answer | |
5

È presente anche nel World of Words, il vocabolario italiano-inglese pubblicato da John (o Giovanni) Florio a cavallo tra '500 e '600: la sdrusolina è definita in inglese (nell'ortografia dell'epoca) come

a prettie trull, a handsome wench, a slie whore, a quaint wench, used for a nickname for a woman that is light, or slipperie in the heeles (fonte).

Si noti che tra le possibili sfumature si allude (come nella definizione del Gherardini citata in un'altra risposta) più volte al meretricio.

Quello slipperie (corrispondente all'odierno slippery) fa pensare a un nesso con “sdrucciolare” (quasi una donnina “sgusciante”).

| improve this answer | |

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service, privacy policy and cookie policy

Not the answer you're looking for? Browse other questions tagged or ask your own question.