6

Questo brano è stato tratto dalle notizie di Euronews (il corsivo è mio):

Giancarlo Manieri, il parroco della chiesa don Bosco, accusato di ignavia per non aver impedito lo svolgersi della cerimonia però, non ci sta a passare per l’unico colpevole e respinge le accuse al mittente: “Cinquecento persone che stavano lì – dei Casamonica – Lei li avrebbe fermati? Se questo era il boss, se questo ha fatto questo e quest’altro e quest’altro come mi avete detto, si può sapere perché era a piede libero?”

Ho cercato il significato di "ignavia", vocabolo a me sconosciuto, in alcuni dizionari. Comunque, non riesco a capire cosa significhi esattamente in questo contesto. Di che cosa si accusa a questo prete secondo Euronews?

1
  • 4
    Più largamente ignavia si riferisce alla colpa del non prendere una posizione attiva in generale e quindi per estensione alla semplice pigrizia / codardia, celeberrimo il riferimento di Dante a Celestino V, che rinunciò alla carica papale: it.wikipedia.org/wiki/Che_fece_per_viltade_il_gran_rifiuto – kos Aug 24 '15 at 12:43
11

L'ignavia è la colpa (o il peccato, teologicamente) di chi, pur non compiendo attivamente un atto criminoso o comunque molto discutibile, tollera che lo si compia, non si oppone, lascia fare, arrivando eventualmente a collaborare.

Per qualunque italiano il riferimento implicito è agli ignavi come vengono descritti da Dante, fuori dall'Inferno vero e proprio, nel III canto della prima cantica, quali «coloro / che visser sanza ’nfamia e sanza lodo». Sono uniti agli «angeli che non furon ribelli / né fur fedeli a Dio, ma per sé fuoro» quando Lucifero si ribellò a Dio. La pena per gli ignavi è di correre eternamente dietro a una bandiera (per contrappasso, perché in vita non si schierarono mai), senza essere ammessi neppure nell'Inferno.

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service, privacy policy and cookie policy

Not the answer you're looking for? Browse other questions tagged or ask your own question.