4

Salve a tutti, sto cercando di capire il concetto di sintagma. Leggendo diverse pagine su internet ho finora capito ciò che ho così riassunto (vedi la foto in allegato).

enter image description here

La mia domanda a questo punto è: posso pensare al sintagma come a un sinonimo di complemento? Entrambi in fondo analizzano le funzioni di un gruppo di parole all'interno della frase e si trovano appunto a un livello intermedio tra parole e frase.

  • 4
    Scusa, non riesco a leggere agevolmente il tuo manoscritto, ma la risposta alla domanda è sicuramente no. Un complemento ha una funzione logica ben precisa (in “Gigi mangia la mela”, “la mela” è il complemento oggetto e finisce lì), mentre un sintagma è un “mattoncino” composto da una o più parole che può svolgere vari ruoli. “la mela” è un sintagma anche se fa da soggetto, per esempio. E i sintagmi verbali come farebbero a essere complementi, s'è per questo? – DaG Oct 7 '15 at 9:27
  • 1
    Sì hai ragione per quanto riguarda il verbo. Ero piuttosto confusa soprattutto dopo aver trovato questa definizione di sintagma, che a me pareva uguale a quella di complemento. – E.V. Oct 7 '15 at 9:32
  • 1
    • Ogni frase può essere divisa in gruppi di parole che, insieme, mantengono un significato e hanno una funzione all’interno della frase: questi gruppi di significato si chiamano SINTAGMI. – E.V. Oct 7 '15 at 9:32
  • If you are satisfied with the answer to your question, please consider the option to "accept" it by clicking a checkmark next to the answer. – I.M. Oct 24 '15 at 9:06
1

Penso sia una domanda molto interessante, E.V., spero di riuscire a risponderti bene! Premetto che sono partito da Wikipedia, nel costruire questa risposta, quindi troverai la trattazione completa anche lì (che potrebbe però essere eccessivamente articolata).

Partiamo dal quesito specifico: "sintagma" non è sinonimo di "complemento".

Il complemento è un elemento della frase che ha la funzione di completare, arricchire o specificare il significato del predicato verbale. E', quindi, un'informazione che fornisci allo scopo di aggiungere contenuto informativo. Ad esempio, prendiamo la frase "Luigi è stato aiutato da Mario". Questa frase utilizza uno dei più noti complementi, ovvero quello d'agente ("da Mario"): se non ci fosse, avremmo comunque l'informazione inerente il fatto che Luigi sia stato aiutato; l'aggiunta del complemento, però, aggiunge ulteriore contenuto informativo alla frase: stiamo dicendo anche chi lo ha aiutato.

Il sintagma, invece, è una singola unità della struttura complessiva della frase. In parole povere, qualunque frase può essere "scomposta" in sintagmi. I criteri che hai riassunto sono corretti, e sono quelli proposti da Salvi & Vanelli, come "trucchi" per identificarli. Per chi non dovesse riuscire a leggere bene i tuoi appunti, li trova qui.

Prendendo un esempio del link di Wikipedia, e tornando al tuo quesito originale, considera questa frase (con la divisione esplicita in sintagmi):

Mario gioca in camera sua.

a[ b[Mario]b c[gioca d[in e[camera f[sua]f ]e ]d ]c ]a.

a = l'intera frase
b = Mario
c = gioca in camera sua
d = in camera sua
e = camera sua
f = sua

Come vedi, "Mario" è il soggetto della frase (e non un complemento!) tuttavia, da solo, costituisce un sintagma: il sintagma nominale della frase. Abbiamo anche "in camera sua", che è sia sintagma che complemento (di luogo).

| improve this answer | |

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service, privacy policy and cookie policy

Not the answer you're looking for? Browse other questions tagged or ask your own question.