2

Nel romanzo Non so niente di te di Paola Mastrocola ho letto:

La notizia che avevano disperatamente atteso per anni: in Italia l'allora primo ministro tanto poco da loro amato si era dimesso. Era salito al Colle, come si usava dire allora, intendendo per Colle il Quirinale, sede del presidente della Repubblica italiana, rimettendo il suo mandato.

Ho cercato il significato del verbo "rimettere" in alcuni dizionari, ma non riesco a capire il senso di "rimettendo" nel brano precedente. Me lo sapreste spiegare?

5

Si tratta di un termine relativo all'atto di rassegnare le dimissioni, come si evince da quanto si riporta alla voce n°1 del significato di dimissione:

1 (spec. pl.) Atto con cui una persona o un gruppo dirigente rimette il mandato che ha avuto, rinuncia a una carica, a un ufficio: dare, rassegnare le d.

Più precisamente, il termine assume una particolare connotazione nell'ambito giuridico, come riporta il vocabolario Treccani (6,b):

b. Nel linguaggio giur. e amministr., demandare o trasmettere ad altro giudice, organo, ufficio o ente: r. una causa penale ad altro giudice per legittimo sospetto, r. una causa civile al giudice competente, dopo l’istruttoria (v. rimessione); r. un caso alla Corte costituzionale, al Ministro.

7

Il verbo rimettere viene dal latino remitto che significa “mandare indietro”, “restituire”.

Il Presidente della Repubblica nomina il Presidente del Consiglio dei Ministri, dandogli mandato di formare il governo. Se questi rinuncia, rimette quel mandato, cioè lo restituisce a chi gliel'aveva dato.

Come spesso accade, il linguaggio giuridico tende a mantenere il significato originale della parola latina.

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service, privacy policy and cookie policy

Not the answer you're looking for? Browse other questions tagged or ask your own question.