2

Nel libro autobiografico Un grande avvenire dietro le spalle di Vittorio Gassman ho letto:

Alessandro è tutto sommato un contemporaneo, un essere storico. Come superarà la gimcana del quotidiano, gli esami di maturità (ancora!), gli orecchioni, lo scolo, la droga, il rincoglionimento da televisione, la sua sterminata voglia di non fare un tubo?

Non riesco a immaginare quale possa essere il significato dello "scolo" in questo elenco di cose a superare da Alessandro, figlio di Vittorio Gassman. Ho letto tutte le accezioni di questo vocabolo nel vocabolario Treccani, ma nessuna sembra avere senso in questo contesto. Qualcuno di voi mi saprebbe spiegare cosa vuol dire "lo scolo" nel brano precedente?

8

Credo proprio che Gassman si riferisca alla gonorrea, la malattia venerea che viene (o veniva) appunto chiamata popolarmente “scolo” (vedi l'ultima accezione riportata dal Treccani), fra i possibili problemi grandi e piccoli che potrebbero colpire il figlio.

| improve this answer | |
  • 3
    Decisamente la risposta corretta. Scolo è anche usato talvolta come termine per una generica malattia venerea (un po' come si dice devo aver preso l'influenza per dire che siamo malati di qualche malattia non specificata) – Denis Nardin Jun 9 '16 at 12:22

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service, privacy policy and cookie policy

Not the answer you're looking for? Browse other questions tagged or ask your own question.