0

Vittorio Coletti nel suo libro Grammatica dell'italiano adulto spiega:

Il parlante non ha dubbi su quando può o non può usare l'articolo e quando l'uno e quando l'altro. Ad esempio, è di norma omettere l'articolo in «compro oro» (dove oro è complemento diretto), ma non potremmo dire «*oro costa caro», bensì «l'oro costa caro» (dove oro è soggetto). Però si può dire «risolve problemi» e «problemi si pongono quando...», con problemi ora complemento ora soggetto.

Va bene, forse i parlanti italiani non hanno dubbi sull'uso dell'articolo, ma io ho alcuni dubbi che spero potrete risolvere.

Immaginate che entro in un piccolo negozio di alimentari. Si tratta di un negozio che non conosco, quindi non so quali articoli si vendono e, per questa ragione, voglio fare alcune domande. Cosa dovrei dire?

  • Avete pane?
  • Avete del pane?
  • Avete il pane?

La stessa domanda con "riso" come sarebbe?

  • Avete riso?
  • Avete del riso?
  • Avete il riso?

Si tratta di domande costruite col verbo "avere" e che riguardano nomi di massa. Vorrei sapere se in questo tipo di domande si usa l'articolo determinativo, l'articolo partitivo oppure l'articolo zero (cioè, nessun articolo).

  • Non riesco a cogliere bene la differenza fra questa domanda, la domanda italian.stackexchange.com/questions/7146/… e la domanda italian.stackexchange.com/questions/7146/… . Mi sembra che in tutti e tre i casi si stia chiedendo (semplificando) “in vari casi in cui si parla di un oggetto generico, come il pane, si usa il partitivo, l'articolo determinativo o niente?” Non sarebbe possibile unificarle? O mi sfugge qualche distinzione? – DaG Jul 5 '16 at 7:49
  • @DaG: Ho aggiunto una frase che spero possa mettere in rilievo le differenze. Queste domande, a differenza di quelle di italian.stackexchange.com/q/7143/707, riguardano "nomi di massa". Secondo l'Enciclopedia Treccani, l'uso degli articoli con i nomi di massa può essere diverso da quello con altri nomi o sintagmi nominali. E il verbo usato nelle frasi (che qui sono domande) è diverso da quello usato in italian.stackexchange.com/q/7146/707. – Charo Jul 5 '16 at 8:43
  • @DaG: Non sono sicura se sia meglio unificarle. La mia esperienza è che, quando si fa una domanda molto generale, a volte è difficile trovare una risposta. – Charo Jul 5 '16 at 8:46
  • @DaG: Tu stesso mi hai fatto vedere che si dice "ho mangiato riso", ma "non trovo il riso". È per questo che penso che il verbo possa fare differenza. – Charo Jul 5 '16 at 8:56
  • @DaG: E credo che il fatto che siano domande possa fare anche differenza. La Treccani fa questi esempi: "(16) a. c’è del riso nella dispensa? b. c’è riso nella dispensa?" E poi afferma: "Se volgessimo alla forma dichiarativa l’esempio in (16) b. otterremmo una frase dall’accettabilità dubbia: c’è riso nella dispensa. L’inserimento del partitivo del o dell’articolo il ne ripristinerebbe la piena accettabilità: c’è del / il riso nella dispensa." – Charo Jul 5 '16 at 9:06
4

L'uso del partitivo non dipende tanto dal verbo quanto dal contesto. Se ci si riferisce ad un oggetto in particolare, allora diventa necessario l'utilizzo dell'articolo determinativo, per esempio:

"Non riesco a trovare il riso! Eppure mi sembrava di averlo messo in questo scaffale..." (il riso che avevo messo nello scaffale, non del riso in generale)

"Puoi passarmi l'acqua?" (sottintendendo la bottiglia d'acqua sul tavolo)

"Hai preso le crocchette del cane?" (le crocchette del cane, non delle crocchette per cani)

Invece se ci si riferisce all'oggetto in senso generico si può utilizzare il partitivo:

"Ho trovato del riso sul pavimento" (non so quale riso sia, nè da dove venga)

"Può darmi dell'acqua?" (ho sete e vorrei dell'acqua, senza specificare quale)

"Hai un cane? Vedo che hai comprato delle crocchette!" (delle crocchette in generale)

Il partitivo è sempre corretto in questo secondo caso, ma è corretta anche la forma con l'articolo determinativo così come quella senza nessun articolo, sebbene a mio parere quest'ultima sia meno usata. Nel caso di frasi negative e interrogative vi è però una maggiore propensione all'utilizzo della forma senza articolo. In ogni caso sono sempre tutte e tre corrette.

Nell'uso quotidiano, a seconda della regione italiana si tende a preferire una forma in particolare, arrivando al punto in cui le forme alternative sembrano innaturali. Quindi, per rispondere alla tua domanda, dipende dalla regione in cui si trova il negozio

| improve this answer | |
  • Benvenuto/a su Italian.SE e grazie mille della risposta! – Charo Jul 6 '16 at 10:44
0

Io sono un nativo italiano e userei certamente l'articolo determinativo: "Avete il riso?" / "Avete il pane?". Mi sembra la forma più appropriata.

| improve this answer | |
  • Pensa che invece io direi "avete del pane?" e la versione con l'articolo determinativo mi suona addirittura un pò impacciata... Magari dipende anche dalla regione di nascita di chi parla? – iccanobif Jul 5 '16 at 14:11
  • Certamente! Penso che tu abbia ragione. Io sono del sud Italia Però sono sicuro che la versione con l'articolo determinativo tu la possa usare un po' dappertutto e suonerebbe abbastanza naturale – brainplot Jul 5 '16 at 14:27
  • Assolutamente, non ci sono dubbi che usare l'artitolo determinativo sarebbe comunque corretto. Personalmente metterei, in ordine decrescente di preferenza: art. indeterminativo - art. determinativo - nessun articolo. – iccanobif Jul 5 '16 at 15:10
  • 1
    @iccanobif: Non è l'"articolo indeterminativo", è l'"articolo partitivo". – Charo Jul 5 '16 at 15:41
  • 2
    Sentita, ed usata, la forma senza articolo... un esempio... Luigi Meneghello, Opere : Scendemmo al casotto e gli offrimmo un po di tè.«Non avete pane?» disse Lelio. Avevamo finito il pan-biscotto ancora il primo giorno; non c'erano che briciole frammiste alla peluria del sacchetto, e una crosta di formaggio. – Erik vanDoren Jul 5 '16 at 15:44

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service, privacy policy and cookie policy

Not the answer you're looking for? Browse other questions tagged or ask your own question.