6

Ciao a tutti, oggi mentre facevo lezione sui pronomi combinati mi sono imbattuta in un paio di casi "interessanti" che mi han messa in difficoltà.

In particolare, i pronomi combinati con "ci", ad esempio

  1. vi ci porto io dopo
  2. ce li porto

La mia domanda è semplice: perché nel secondo esempio "ci" diventa "ce"?

Ciao e grazie!
Fiona

20
  • 1
    Nei pronomi combinati solo il pronome nella prima posizione "apre" la I in E.
    – Benedetta
    Oct 13 '16 at 15:27
  • 3
    Quando la particella pronominale "ci" precede un altro pronome o particella pronominale, si trasforma in "ce", ma non quando lo segue. Per esempio, "ce lo", "ce la", "ce li", "ce le", "ce ne". Ma invece si usa "mi ci", "ti ci", "vi ci".
    – Charo
    Oct 13 '16 at 15:40
  • 1
    Grazie delle vostre risposte, quindi secondo quello che dite è la posizione del CI (se è prima diventa CE, se dopo rimane CI) a fare la differenza... allora ho un'altra domanda: PERCHÉ SI DICE: "NON CI SI CREDE"? :/
    – FionaD
    Oct 13 '16 at 15:54
  • 3
    @FionaD: Nel caso di "non ci si crede" la combinazione "ci si" non è un pronome combinato. "Ci", in questo caso, significa "a questa cosa", come ad es. in "non ci si può pensare". Con il "si" impersonale non si hanno i pronomi combinati perché quel "si" è un soggetto.
    – Benedetta
    Oct 13 '16 at 16:33
  • 2
    @DaG: ho trovato questo articolo della Crusca, non so se può esserti utile. accademiadellacrusca.it/it/lingua-italiana/…
    – Benedetta
    Oct 14 '16 at 13:37
4

La regola è che «davanti a lo, la, li, le e ne la i di un altro pronome atono si trasforma in e: mi lo>me lo, ci ne>ce ne, ecc. Inoltre le e gli diventano glie invariabile, che normalmente si scrive unito al pronome successivo: “se vedo tua sorella glielo dico”» (Serianni, Italiano, VII.62).

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service, privacy policy and cookie policy

Not the answer you're looking for? Browse other questions tagged or ask your own question.