2

È corretto dire di una persona:

John è imperturbabile.

e

John è imperturbato.

sono corrette entrambe le forme?

4

Benché simili, per la mia esperienza imperturbabile è un aggettivo e dovrebbe essere utilizzato per descrivere una qualità permanente di John. Imperturbato è un participio e mi sembra più adatto ad indicare una condizione temporanea per esempio legata ad uno specifico evento.

4
  • 4
    Seguendo il vocabolario Treccani (treccani.it/vocabolario/imperturbato) anche "imperturbato" è aggettivo, ma meno comune di "imperturbabile". Potrebbe essere interessante riflettere sul maggiore uso di quest'ultimo rispetto all'altro.
    – Benedetta
    Dec 11 '16 at 19:03
  • Hai ragione; ma io non credo si possa parlare di maggiore uso di una forma rispetto all'altra; come ho detto nella mia esperienza, il suffisso "-bile" indica una caratteristica intrinseca o permanente della persona/cosa, mentre l'altra forma indicherebbe uno stato contingente o legato ad uno specifico evento. Atri esempi: impressionabile/impressionato ; gonfiabile/gonfiato ; invincibile/invitto Dec 12 '16 at 11:47
  • @Benedetta: Anche il De Mauro riporta "imperturbato" come sinonimo di "imperturbabile" con la marca d'uso "di basso uso", mentre invece "imperturbabile" appare come "comune".
    – Charo
    Dec 12 '16 at 22:38
  • Ho pensato di aggiungere una mia risposta, perché non mi sembrava che il caso fosse da liquidare in modo così semplice.
    – CasaMich
    Dec 14 '16 at 10:30
2

La tua domanda è interessante; a prima vista imperturbabile e imperturbato fanno parte della numerosa serie di coppie di aggettivi derivanti da verbi transitivi, come:

  • affondare - inaffondabile - inaffondato
  • distruggere - indistruttibile - indistrutto
  • arrestare - inarrestabile - inarrestato

eccetera.

Nella lista precedente il primo aggettivo indica una caratteristica permanente che consiste nell'essere immune dall'azione del verbo, mentre il secondo aggettivo è la negazione del participio passato, e indica uno stato temporaneo.

Il caso di imperturbabile e imperturbato è però diverso nella pratica, perché l'aggettivo imperturbabile viene spesso usato, con riferimento allo stato emotivo o psicologico di una persona, e per lo più con il verbo rimanere, con lo stesso significato di imperturbato.

Faccio degli esempi:

John è rimasto imperturbabile per due ore davanti all'accusa, 
poi ha ceduto e ha confessato.

oppure

Non capisco John: a volte rimane imperturbabile davanti alle mie
critiche, altre volte reagisce in modo esagerato

In entrambi i casi imperturbabile non rappresenta uno stato permanente, ma è un sinonimo di imperturbato.

Immagino che questo dipenda dal fatto che quando si parla della psicologia delle persone nulla è immutabile, ed è pertanto facile considerare ogni espressione come legata ad una condizione specifica, per cui in pratica imperturbabile viene oggi usato come sinonimo più comune di imperturbato.

Di fatto però è possibile usare imperturbabile nel senso di impossibile da perturbare. In questo senso imperturbato non è un sinonimo di imperturbabile.

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service, privacy policy and cookie policy

Not the answer you're looking for? Browse other questions tagged or ask your own question.