4

Ho avuto il dubbio se, dopo l'espressione "dissuadere qualcuno" e prima di un infinito, si debba usare "da" oppure "dal". Per esempio, quale tra queste è la frase corretta?

Vorrei dissuadere Pietro da fare qualcosa di cui dopo potrebbe pentirsi.

Vorrei dissuadere Pietro dal fare qualcosa di cui dopo potrebbe pentirsi.

Alla voce "dissuadere" nel vocabolario Treccani ho trovato questa frase:

spero che ormai si sia dissuaso dal partire

Posso dedurre che l'opzione corretta è sempre usare "dal" prima di un infinito?

Aggiornamento:

Ho trovato un documento su Internet, sembra che sia parte di un libro intitolato In altre parole e che faccia parte di una collana o qualcosa di simile chiamata Datti una regola, in cui c'è una sezione chiamata "Costruzioni richieste dei più comuni verbi e aggettivi". Là ho trovato per il verbo "dissuadere": dissuadere da un proposito; dissuadere dal fare una cosa.

  • 2
    Non ho prove a sostegno della tua tesi, ma la prima opzione mi suona storta. Direi che "dal" è la forma corretta. – Diego Martinoia Dec 19 '16 at 10:55
  • Ho trovato un documento online, sembra che sia parte di un libro intitolato In altre parole e che faccia parte di una collana o qualcosa di simile chiamata Datti una regola, in cui c'è una sezione chiamata "Costruzioni richieste dei più comuni verbi e aggettivi". Là ho trovato per il verbo "dissuadere": dissuadere da un proposito; dissuadere dal fare una cosa. – Charo Dec 19 '16 at 17:46
  • Purtroppo posso soltanto vedere il documento nella copia cache di Google: webcache.googleusercontent.com/…. – Charo Dec 19 '16 at 17:46
  • @DiegoMartinoia: Il documento che ho trovato sembra confirmare quello che hai detto. – Charo Dec 19 '16 at 18:09
3

La frase corretta è la seconda:

dal fare usa una preposizione articolata perché è un infinito in funzione di sostantivo.

http://aulalingue.scuola.zanichelli.it/benvenuti/2013/03/07/le-forme-implicite-linfinito-semplice-e-composto/

| improve this answer | |
  • 2
    Grazie della risposta, ma per me non è così evidente che qui l'infinito abbia funzione di sostantivo. Cioè, perché, per esempio, si dice "obbligare a fare qualcosa" e non "obbligare al fare qualcosa"? Non è un tipo di costruzione simile? – Charo Dec 19 '16 at 18:03
  • 1
    Bruno, vedi il mio commento alla risposta di Sklivvz. – DaG Dec 21 '16 at 18:16
1

L'articolo preposto al verbo lo sostantivizza.

Per esempio: confronta "dissi a lei di fare qualcosa" con "ogni pomeriggio si poneva la questione del fare qualcosa".

Nel tuo esempio, "dissuadere da" vuole un sostantivo e quindi il verbo necessita dell'articolo.

| improve this answer | |
  • 1
    Ma questo non risolve la giusta obiezione di Charo in un commento a un'altra risposta. Anche “obbligare a” si può costruire con un sostantivo (“la legge obbligava i cittadini maschi al servizio militare”) ma se usato con un verbo all'infinito non richiede l'articolo. E lo stesso vale per altri verbi: “viene punito per le sue colpe”; “viene punito per aver commesso [la tal cosa]” etc. – DaG Dec 21 '16 at 18:15
  • Il verbo è comunque sostantivato nei tuoi esempi. L'uso dell'articolo è condizione sufficiente ma non necessaria. – Sklivvz Dec 21 '16 at 18:19
  • 1
    Sono d'accordo con te, @Sklivvz: (c'è l'articolo) => (il verbo è sostantivato), mentre l'implicazione opposta può non valere. Ma questo sembra contraddire la tua osservazione secondo cui «[un certo verbo] vuole un sostantivo e quindi il verbo [retto dal primo] necessita dell'articolo», che corrisponde a (il verbo è sostantivato) => (c'è l'articolo). – DaG Dec 22 '16 at 8:24

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service, privacy policy and cookie policy

Not the answer you're looking for? Browse other questions tagged or ask your own question.