1

Nel romanzo Il fu Mattia Pascal di Luigi Pirandello ho letto:

Scivolava tutto: gli scivolavano nel lungo faccione di qua e di là, le sopracciglia e gli occhi; gli scivolava il naso su i baffi melensi e sul pizzo; gli scivolavano dall'attaccatura del collo le spalle; gli scivolava il pancione languido, enorme, quasi fino a terra, perché, data l'imminenza di esso su le gambette tozze, il sarto, per vestirgli quelle gambette, era costretto a tagliargli quanto mai agiati i calzoni; cosicché, da lontano, pareva che indossasse invece, bassa bassa, una veste, e che la pancia gli arrivasse fino a terra.

Ho cercato il vocabolo "melenso" in alcuni dizionari, ma non ho trovato nessuna accezione che sembri poter usarsi per qualificare i baffi. Per questa ragione vi chiedo: sapreste spiegarmi qual è il significato di "baffi melensi"?

  • I baffi vengono menzionati altrove, anche senza quest'aggettivo? C'è qualcosa che faccia pensare che i baffi conferiscano a questo personaggio un aspetto sciocco? – DaG Feb 27 '17 at 9:41
  • @DaG: Penso che non se ne parli più. – Charo Feb 27 '17 at 10:22
4

L'autore sta fornendo una descrizione di un personaggio accentuandone tutti gli aspetti poco gradevoli.

In questo contesto la parola melensi, riferita ai baffi, credo possa essere interpretata come "insignificanti" nel senso di "poco originali" o "tutt'altro che gradevoli".

Bisogna tenere presente che i baffi, se ben tenuti, erano un motivo di orgoglio e manifestavano la "forte personalità" di chi li portava.

Credo che l'autore abbia voluto togliere ogni connotazione positiva ai baffi della persona descritta.

1

Nel caso da te citato penso che il significato di melenso riportato da Treccani che meglio si adatta è goffaggine di aspetto.

Infatti, come riportato nel libro Le strategie del testo: introduzione all'analisi retorica della letteratura

La caricatura del Malagna, in Il fu Mattia Pascal (1904) è determinata dall'impiego metaforico del verbo "scivolare"

quindi essendo una caricatura (Treccani) ha lo scopo di fornire un

ritratto che, senza abolire la rassomiglianza con la persona, ne accentua in modo ridicolo o satirico i tratti caratteristici

  • E quindi “baffi goffi”? Cioè? – DaG Feb 27 '17 at 9:38
  • 1
    Come se i baffi stessi, quasi dotati di "poca intelligenza propria e inoltre svogliati", contribuissero a loro volta ad accentuare l'aspetto goffo del personaggio – abarisone Feb 27 '17 at 9:47

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service, privacy policy and cookie policy

Not the answer you're looking for? Browse other questions tagged or ask your own question.