3

Nel libro I migliori anni della nostra vita di Ernesto Ferrero ho letto:

Non ha perso il largo accento piemontese, che si sposa benissimo con quello inglese. Sembra anzi che i due linguaggi siano nati per intendersi nel segno di una bonomia ironica, che infilza allo spillo le distorsioni del mondo senza farsene immalinconire, senza alimentare complessi di superiorità.

Capisco il significato delle singole parole di questo brano, ma non riesco a capire il senso dell'espressione "infilzare allo spillo" in questo contesto. Me lo potreste spiegare?

4

L'atto di infilzare con lo spillo normalmente si riferisce a ciò che fanno gli entomologi (e anche gli appassionati, visto che ci sono siti a riguardo) per fissare gli insetti sui supporti che fanno parte delle teche da esposizione o da collezione.

Nel passaggio da te indicato l'espressione viene usata in senso figurato con il senso di ridurre, compattare, classificare e, per estensione, circoscrivere le differenze tra due linguaggi che, nonostante si portino dietro storie, tradizioni e differenze che si riflettono su molteplici aspetti del mondo contemporaneo, si considerano reciprocamente con rispetto.

Inoltre, ho trovato in Novecento plurale: scrittori e lingua il seguente passaggio:

Perciò si eviterà qui di infilzare con lo spillo di una definizione compatta una vicenda narrativa che conta molti decenni e si è sempre mostrata attenta ai mutamenti della società e degli usi linguistico-stilistici che ne derivano.

| improve this answer | |

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service, privacy policy and cookie policy

Not the answer you're looking for? Browse other questions tagged or ask your own question.