3

Nel romanzo Rinascimento privato di Maria Bellonci ho letto:

Forse allude alla corona immaginaria l'acconciatura che sto inventando, una capigliatura che andrà poi per il mondo imitata da tutte le donne. Le prime volte che la porto nei miei ricevimenti di capo di stato suscita qualche incertezza; siamo troppo abituati alle pettinature lisce o aggrettate, di capelli disciolti o a testina raccolta con la treccia o la mezza treccia ricadente sulla schiena. Io impongo un altro modo di apparire con questa foggia che ha del turbante e del diadema.

Ho cercato "aggrettare" e "aggrettato", ma non ho trovato questi vocaboli in nessuno dei dizionari che ho consultato. Sapreste spiegarmi cosa significa "pettinature aggrettate" nel brano precedente?

3
  • 2
    A quanto pare aggrettato è un termine antiquato per i collari che si usavano nell'abbigliamento di uomini e donne: le pieghe possono richiamare un modo di acconciare i capelli. Cerca il termine in archive.org/stream/dizionariodieru47morogoog/…
    – egreg
    Aug 28 '17 at 18:01
  • 1
    @egreg: "Aggrettato" appare anche in uno dei testi riportati in questo articolo: «Le Monache velate vestivano con Tonaca di Saja nera, soggolo aggrettato, e velo doppio in Capo, cioè sotto bianco, e sopra nero, che gli pendeva dietro sino alle natiche a modo di Cappucci, o Piramide» (dalle Memorie di Bettona di Pietro Onofri).
    – Charo
    Aug 28 '17 at 18:34
  • E nello stesso testo di prima: «L’Imbiancheria più rimarchevole sono un Camige aggrettato, e due altri lisci».
    – Charo
    Jul 15 '20 at 16:56

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service, privacy policy and cookie policy

Browse other questions tagged or ask your own question.