Questa domanda mi è sorta mentre riflettevo sulla discussione relativa a quest'altra.

La regola semplicistica per la scelta dell'ausiliare che viene solitamente insegnata ai bambini è che i verbi intransitivi prendono l'ausiliare essere, mentre i verbi transitivi (in diatesi attiva) prendono l'ausiliare avere.

In realtà la situazione è più complicata e ci sono alcuni verbi intransitivi che prendono l'ausiliare avere (camminare, vagire, ...), mentre altri verbi possono usare entrambi gli ausiliari (correre, straripare, ...). Non mi è chiaro però se esistano verbi transitivi con l'ausiliare essere e, ammesso che esistano, come si coniugherebbe la diatesi passiva per questi verbi.

Q: Esistono verbi transitivi che usano l'ausiliare essere in diatesi attiva? Se sì, come si forma la diatesi passiva per essi?

  • Non me ne viene in mente nessuno e dubito che ne esistano. Ma l'italiano può nascondere recessi curiosi. – egreg Sep 17 '17 at 9:02
  • @egreg Sono nella stessa situazione. Ho provato a cercare conferma in alcune grammatiche, ma non ne ho trovata nessuna che dicesse esplicitamente che tutti i verbi transitivi hanno l'ausiliare avere, da cui la domanda... – Denis Nardin Sep 17 '17 at 9:05
  • Mi viene in mente solo “che ti è preso?” Vedi treccani.it/vocabolario/prendere – egreg Sep 17 '17 at 9:08
  • 1
    @egreg Sfortunatamente ti in Che ti è preso? è complemento di termine e non oggetto (come si può vedere da Che gli è preso? e non *Che lo è preso?) – Denis Nardin Sep 17 '17 at 9:28
  • 2
    Dal libro Grammatica dell'italiano adulto di Vittorio Coletti, parlando della scelta tra essere e avere come ausiliari: «L'ausiliare del passivo è sempre essere ed essere è anche l'ausiliare dei verbi pronominali. Avere è l'ausiliare dei verbi transitivi, mentre...». – Charo Sep 17 '17 at 10:04
up vote 4 down vote accepted

No, nell'italiano standard moderno non ci sono verbi transitivi che per formare i tempi passati usino il verbo “essere”.
Riporto il paragrafo XI.32 dell'Italiano di Luca Serianni:

Ausiliari propriamente detti
Si tratta essenzialmente dei verbi essere e avere, che consentono la formazione dei verbi composti con valore di passato rispettivamente: a) per la maggioranza dei verbi intransitivi [...]; b) per tutti i verbi transitivi e per un certo numero di intransitivi [...]
La scelta dell'ausiliare non comporta dubbi di sorta con i verbi transitivi (gli ausiliari essere e avere sono da sempre in distribuzione complementare rigida per indicare rispettivamente la diatesi passiva e il tempo passato) [...], almeno nell'italiano moderno.

Magari dico una bestialità, però mi pare che quando si usa un verbo transitivo come riflessivo l'ausiliare sia sempre essere:

  • Mi sono lavato le mani
  • Ti sei fatto male

etc.

  • Per essere vero è vero, ma io intendevo un verbo transitivo in diatesi attiva. Hai ragione però, devo correggere la domanda. – Denis Nardin Sep 17 '17 at 15:42
  • Hai ragione, persson. Nel brano dal Serianni che riportavo nella mia risposta i riflessivi (insieme agli intransitivi pronominali come “mi sono accorto”) erano menzionati nelle parti che ho espunto, ma forse per chiarezza avrei fatto meglio a lasciarle. – DaG Sep 17 '17 at 15:57

Your Answer

By clicking "Post Your Answer", you acknowledge that you have read our updated terms of service, privacy policy and cookie policy, and that your continued use of the website is subject to these policies.

Not the answer you're looking for? Browse other questions tagged or ask your own question.