2

Nel romanzo Pane e tempesta di Stefano Benni ho letto:

Sei un poveraccio figlio di un suicida e con uno zio alcolizzato, lavori nel letamaio e ti strafai di stramonio e funghi allucinogeni, altro che gnomi.

Ho trovato il significato di "strafare" in parecchi dizionari, ma non quello di "strafarsi". Per questa ragione vi chiedo: sapreste spiegarmi qual è il senso dell'espressione "ti strafai" nel passaggio precedente?

4
  • 2
    Per curiosità lessicografica: è vero che molti dizionari non registrano “strafarsi” in questo senso (ma il Devoto-Oli sì, con la marca “gerg[ale]” e la definizione “Drogarsi pesantemente”), ma quasi tutti registrano l'aggettivo “strafatto”.
    – DaG
    Sep 25 '17 at 11:09
  • Corretto. Dall'aggettivo passi poi al partecipio passato e al verbo ;) Sep 25 '17 at 12:01
  • Grazie: se non fosse stato corretto avrei fatto a meno di scriverlo. ;)
    – DaG
    Sep 25 '17 at 12:57
  • @DaG mica volevo avanzare dubbi ;) Sep 25 '17 at 14:29
5

"Fatto" si usa come sinonimo di "drogato", "sotto effetto di stupefacenti"; "strafatto" si utilizza come accrescitivo per calcare il concetto.

"Strafarsi" significa quindi essere drogati in maniera esagerata.

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service, privacy policy and cookie policy

Not the answer you're looking for? Browse other questions tagged or ask your own question.