2

Nel romanzo La chimera, di Sebastiano Vassalli, ho letto:

Andando indietro nel tempo, e scavando nella memoria collettiva: perché gli ultimi camminanti, i camminanti contemporanei del Massara, nell’estremo tentativo di difendersi e di difendere il loro modo di vita contro l’avanzare del progresso, dell’elettricità, delle strade ferrate e dell’istruzione obbligatoria si erano poi trasformati in delinquenti e banditi: come quel tale soprannominato il Biundin, o quell’altro detto il Moret, che movimentarono a lungo le cronache della bassa ed assursero agli onori della stampa nazionale per conflitti a fuoco tra le risaie e nei pagliai con gli uomini della Giuvana (polizia); negli anni stessi, più o meno, che i fratelli Wright compivano i loro primi esperimenti di volo con aeroplani a motore, e che Albert Einstein elaborava la teoria della relatività.

Ho cercato il verbo "assurgere" in parecchi dizionari e ho visto che può significare "innalzarsi", "elevarsi", "levarsi in alto". Tuttavia, non riesco a capirne il senso nel passaggio precedente. Me lo potreste spiegare?

6

In questa frase assursero significa proprio si elevarono, nel senso che i due malviventi citati, il Biundin e il Moret, facevano parlare spesso di sé la cronaca locale, e in alcune circostanze particolarmente importanti ne parlava anche la stampa nazionale. In senso ironico questo interesse dei cronisti viene descritto come un alto onore, ben più alto di quello della notorietà locale della bassa. Per questo viene usato il verbo assurgere, che indica un movimento verso l'alto.

| improve this answer | |
  • 1
    Un dettaglio in più: "assurgere agli onori di" è una 'frase fatta' spesso utilizzata come espressione fissa. Per esempio, Google Books dice che 'assurgere agli' è seguito da 'onori' 2 volte su 3. – Federico Poloni Nov 29 '17 at 8:27

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service, privacy policy and cookie policy

Not the answer you're looking for? Browse other questions tagged or ask your own question.