4

Alla fine del libro Il giorno della civetta c'è una nota di Leonardo Sciascia nella quale si può leggere:

Gli Stati Uniti d'America possono avere, nella narrativa e nei films, generali imbecilli, giudici corrotti e poliziotti farabutti. Anche l'Inghilterra, la Francia (almeno fino ad oggi), la Svezia e così via. L'Italia non né ha mai avuti, non ne ha, non ne avrà mai. Cosi è. E bisogna, come dice Giusti di quegli ambasciatori cui Barnabò Visconti fece ingollare una bolla, cartapecora e piombi di sigillo, bisogna striderci.

Nel vocabolario Treccani ho visto che il verbo "stridere" ha il senso figurato seguente:

2. fig. Produrre un effetto di dissonanza, di discordanza, di contrasto: colori che, messi accanto, stridono; è un quadro che, in questo ambiente, stride per l’audacia della rappresentazione; la colonna sonora stride un po’ con il contenuto del film.

In altri dizionari ho trovato definizioni simili. Tuttavia, questo non sembra avere molto senso nel contesto del passaggio sopra citato. Nella stessa voce del Treccani ho trovato anche questo:

3. Nell’uso fam. tosc., soffocare l’espressione della propria rabbia, del proprio scontento: ha dovuto s. per due anni sotto i padroni.

Questa definizione avrebbe più senso nel brano precedente, ma non sono sicura che sia questo il significato adatto perché appare come un toscanismo di uso familiare. Anche nel De Mauro ho trovato un'accezione simile, che appare anche come toscanismo, ma non ho trovato questo senso del verbo "stridere" in altri dizionari che ho consultato. Per questa ragione vi chiedo: potreste spiegarmi cosa significa "bisogna striderci" nel testo precedente?

4

Sciascia si riferisce a un libro di Giuseppe Giusti, “Illustrazioni dei proverbi toscani”, alla voce XIX, “Ambasciatore non porta pena”

Papa Urbano V, avendo guerra nel 1370 con Bernabò Visconti Signore di Milano, uomo spregiatore e violento, lo scomunicò com’era d’uso, e gli mandò le Bolle d’interdizione per mezzo del Cardinale di Belforte e dell’Abate di Farfa. Bernabò fece finta di prenderla in buona parte, finchè nel congedarli giunto con essi sul ponte del Naviglio di mezzo, si fermò a un tratto, e disse risoluto: — Signori, volete mangiare o volete bere? — i Legati sorpresi non sapevano cosa si rispondere: ma Bernabò insistendo più minaccioso che mai: — Vi dico, perdio, se volete mangiare o se volete bere: non vi lascerò andare senza che abbiate o mangiato o bevuto in modo da ricordarvi di me. Trovandosi lì in mezzo alle guardie, e vedendosi l’acqua sotto, uno di loro, vinto lo sbigottimento, rispose: - Tant’acqua davanti non fa voglia di bere; mangeremo. — Ebbene, disse Bernabò, ecco le Bolle, non s’esce di qui senza averle mangiate, cartapecora, corda, piombo, ogni cosa: e bisognò striderci.

Leggendo il brano, sembra proprio che il significato sia quello del toscanismo “soffocare l'espressione della propria rabbia”.

1
  • In bocca a Giuseppe Giusti mi sembra naturale che si tratti di un toscanismo.
    – Charo
    Dec 14 '17 at 10:38
2

In un'altra opera del Giusti, I discorsi che corrono si può leggere:

I DISCORSI CHE CORRONO

Un'altra, sciorinandosi
Fuori con un pretesto;
E un'altra, sullo stendere,
Andando via più presto.

Poi la fede del medico
Ogni quindici giorni;
I bagni; un mese d'aria
Qui per questi dintorni;

Via, tra ninnoli e nannoli,
E' si potea campare.
Ora? bisogna striderci
volere o volare.

Eccoli là che sgobbano
Piantati a tavolino;
E li coir orologio,
E diciotto di vino.

e nelle spiegazioni si può leggere:

Diciotto, ecc. É modo proverbiale usato a significare che sopra una data cosa non si può transigere in alcun modo, e tien luogo delle frasi bisogna striderci, non c'è modo d'uscirne e simili; e si dice anche sette di vino.

Questo a conferma della risposta di @egreg per cui bisogna striderci significa che è necessario soffocare la propria rabbia e farsene una ragione.

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service, privacy policy and cookie policy

Not the answer you're looking for? Browse other questions tagged or ask your own question.