1

Nella introduzione al Grammelot dell'avvocato inglese di Mistero buffo, di Dario Fo, ho letto:

«Ci sono delle fanciulle che incoscienti escono di casa in giornate di gran vento, con lunghi capelli sciolti; vento che sbarlazza ogni cosa, specie le loro chiome, che raggiungono quasi il fondo schiena, e che quei refoli turbicanti muovono come bandiere impazzite... e si sa che il capello sbandierato è un richiamo irresistibile per il maschio!»

Ho cercato il verbo "sbarlazzare", ma non l'ho trovato in nessun dizionario. Qualcuno di voi sa cosa significa? Si tratta di un termine di origine dialettale?

8
  • Dal contesto della frase, mi sembra significhi scompigliare o spazzare ma non so dire se sia un termine dialettale – Riccardo De Contardi Jan 13 '18 at 10:27
  • Nel vocabolario milanese - italiano di Francesco Cherubini (1814) appare: «Sbarlà (e più comunemente Sbarlass foeura). Spettorarsi. Sciorinarsi.» – Charo Jan 13 '18 at 12:01
  • 4
    Un altro voto negativo senza commento. A proposito, ieri ho posto una domanda sul Meta su questa pratica, che ultimamente mi sembra troppo frequente. Mi piacerebbe conoscere la vostra opinione. – Charo Jan 13 '18 at 13:31
  • Giacché non condivido i downvote non giustificati da commento, neutralizzo con un upvote. – alexjo Jan 13 '18 at 19:48
  • @Charo Ho visto solo ora il tuo commento --- ho messo io questo voto negativo. Il motivo è che queste domande su termini pseudo-dialettali inventati da Dario Fo mi paiono poco utili e interessanti. Ne abbiamo discusse alcune, ma mi sembra che continuare ad averne sempre di nuove non aggiunga molto. – Federico Poloni Jan 19 '18 at 17:11

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service, privacy policy and cookie policy

Browse other questions tagged or ask your own question.