1

Nella versione in italiano dell'episodio La nascita del villano di Mistero buffo, di Dario Fo, ho letto:

Ponigli una gabella [tassa] secca sulla paga
mettigli una gabella persino su quel che caga.
Di carnevale lascialo pur ballare
e pur cantare che s'abbia da allegrare
            [cosí che si possa rallegrare]
ma poco, che non si debba scordare
che è a 'sto mondo per faticare.

Ho cercato il vocabolo "secco" in alcuni dizionari ma, tra le tantissime accezioni che appaiono, non so a quale corrisponda l'uso che se ne fa nel passaggio precedente. Qualcuno di voi me lo saprebbe spiegare?

4

L'aggettivo secca in questo caso indica una trattenuta prefissata, inevitabile e automatica sulla paga del villano.

Infatti in Italia esiste anche la cedolare secca che corrisponde a

Imposta sostitutiva del tributo personale progressivo sul reddito, che tassa in maniera prefissata, a prescindere dalle altre entrate, alcuni tipi di reddito. Può essere classificata come imposta autonoma diretta sul reddito, proporzionale e riscossa mediante ritenuta alla fonte a titolo definitivo. Il soggetto che subisce tale ritenuta estingue il suo debito con il fisco.

In questo caso l'aggettivo secca indica l'immediatezza della tassa e il suo effetto puntuale, automatico ed estintivo con il fisco.

Esiste, sempre nell'ambito economico, anche l'espressione perdita secca

p. secca, perdita di denaro senza alcuna compensazione;

e anche qui il significato di secca indica l'immediatezza e l'ineludibilità della perdita.

| improve this answer | |

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service, privacy policy and cookie policy

Not the answer you're looking for? Browse other questions tagged or ask your own question.