1

Nel libro Cronaca familiare, di Vasco Pratolini, ho letto:

Entrammo per accedere al «giardino»: uno spiazzato recinto da pareti di verde e limitato sul fondo da una balaustra di mattoni, sotto la quale scorreva l’Ema.

Potreste spiegarmi il significato di "spiazzato" in questo passaggio? Ho cercato il verbo "spiazzare" in alcuni dizionari, ma le accezioni che ho trovato non sembrano avere senso in questo contesto.

  • 1
    Senza leggere la risposta, propendo verso un toscanismo per “spiazzo”. I toscani adoperano spesso parole che suonano strane nel resto d'Italia. – egreg Mar 5 '18 at 16:38
4

Spiazzato è un sinonimo non molto comune di spiazzo.

spiazzata s. f. [der. di piazza, col pref. s- (nel sign. 5)], non com. – Spiazzo, radura. In senso fig., zona del cuoio capelluto senza più capelli.

Sempre da Treccani per spiazzo:

spiazzo /'spjats:o/ s. m. [der. di piazza, col pref. s- (nel sign. 5)]. - [spazio di terreno libero in piano: uno s. erboso] ≈ slargo, spianata, spianato, (ant.) spiano, (non com.) spiazzata, [all'interno di un bosco e sim.] radura.

Nel caso da te citato è un’area piana delimitata da pareti che costituisce il giardino.

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service, privacy policy and cookie policy

Not the answer you're looking for? Browse other questions tagged or ask your own question.