1

Nel libro Racconto d'autunno, di Tommaso Landolfi, ho letto:

Ricominciavo a credere seriamente che la casa racchiudesse almeno un secondo abitatore... un'abitatrice. In ogni caso era evidente che questa persona mi evitava con ogni sua possa; ella aveva, di più, su me un enorme vantaggio, per tacere di altri: il vantaggio della perfetta conoscenza dei luoghi. Ora, uno dei mezzi che mi si offrivano per raggiungerla, se esisteva, pericoloso fra tutti ma forse il più sicuro, poteva essere quello di seguire furtivamente nei suoi numerosissimi andirivieni il vecchio, che in generale sembrava non aver terra lo reggesse. Avevo ad esempio notato come, durante la cena e subito dopo, sempre in ogni modo alla medesima ora, egli usasse levarsi di tavola e sparire nelle profondità della casa; spesso riportava, è vero, da tali assenze un piatto o un oggetto qualsiasi, pure non tardai a giudicare che egli volesse con ciò crearsi un alibi, tanto più che talvolta dette assenze duravano molto a lungo.

La mia domanda è sull'espressione "sembrava non aver terra lo reggesse" che appare in questo brano. Si tratta di un modo di dire? Ho cercato alla voce "terra" in parecchi dizionari, incluso il dizionario dei modi di dire Hoepli, ma non ho trovato questa locuzione.

  • che sia un refuso? "sembrava non aver terra che lo reggesse" ? Ovvero era talmente silenzioso da sembrare un fantasma. – Riccardo De Contardi Mar 30 '18 at 14:23
  • @RiccardoDeContardi: Perché dovrebbe essere un refuso? – Charo Mar 30 '18 at 14:28
  • come anacoluto, mi suona strano all'orecchio; per questo penso che manchi la congiunzione "che". Ora che le me fai notare, rileggendo la frase, è anche possibile sia stata omessa di proposito per non ripeterla visto che è già presente appena prima. "[...] il vecchio, che in generale sembrava non aver terra che lo reggesse [...]". – Riccardo De Contardi Mar 30 '18 at 14:34
  • L’omissione della congiunzione “che” non è strana. Qui la questione riguarda i modi di dire. Sul momento, non mi sembra che lo sia, ma sto provando a cercare. – Benedetta Mar 30 '18 at 14:51
  • Per quanto riguarda il modo di dire in sé, sono abbastanza convinto che sia appunto equivalente a dire che il personaggio si muoveva come un fantasma, in modo talmente silenzioso da sembrare fluttuare senza appoggiarsi per terra. – Riccardo De Contardi Mar 30 '18 at 14:54
1

Questa espressione - probabilmente un'invenzione letteraria di Landolfi - significa secondo me che il personaggio si muoveva come un fantasma, in modo talmente silenzioso da sembrare fluttuare senza appoggiarsi per terra.

La frase andrebbe quindi interpretata in questo modo:

il vecchio, che in generale sembrava non aver terra che lo reggesse [...]

L'omissione del secondo "che" (pronome relativo facente funzione di soggetto) la rende un po' più difficile da comprendere. Non saprei dire se questa mancanza sia dovuta ad un refuso oppure l'autore abbia commesso questa omissione volontariamente per evitare una ripetizione.

| improve this answer | |
  • Come ho scritto anche sotto la domanda, “che” in questo caso non è congiunzione ma pronome relativo con funzione di soggetto. – Benedetta Mar 31 '18 at 11:58
  • @Benedetta risposta modificata. – Riccardo De Contardi Mar 31 '18 at 14:15
  • Non penso che l'assenza di questo "che" possa trattarsi di un refuso. Io ho il libro edito da Adelphi, ma poi ho trovato questo che immagino corrisponda a questo libro. E poi Landolfi aveva un grande dominio della lingua. – Charo Mar 31 '18 at 14:55
  • Sono d’accordo con @Charo: si tratta di un’ellissi, non di un refuso. – Benedetta Mar 31 '18 at 20:30
  • @RiccardoDeContardi: grazie! – Benedetta Mar 31 '18 at 20:31

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service, privacy policy and cookie policy

Not the answer you're looking for? Browse other questions tagged or ask your own question.