1

Nel romanzo Il barone rampante, di Italo Calvino, ho letto:

Ogni tanto nostro padre si chiudeva con lui nello studio per ore (erano le più lunghe soste che il Cavalier Avvocato vi faceva), e dopo poco dalla porta chiusa giungeva la voce adirata del Barone, gli accenti ondosi d'un diverbio, ma la voce del Cavaliere non s'avvertiva quasi.

Ho cercato il termine "ondoso" in parecchi dizionari e ho visto che si usa per qualcosa che abbia a che vedere con le onde, ma non capisco il senso di questo aggettivo nel contesto del passaggio sopra citato. Me lo sapreste spiegare?

6

L'aggettivo ondosi, in questo brano, è un bell'esempio della scrittura di Calvino che, talvolta, invece di lunghe descrizioni usa delle parole per dare un'immagine di ciò che sta accadendo. Come si dice nella domanda, ondoso ha a che fare con le onde; in particolare, qui, nel senso del loro movimento e del rumore che producono. Se siamo in riva al mare, il suono delle onde non è sempre uguale, ma si alza e si abbassa di volume, seguendo il loro movimento. Così possiamo immaginare il suono delle voci ascoltate da dietro una porta chiusa, quando due persone (come nel caso del brano citato) o più stanno discutendo. Le voci si alzano e si abbassano, sono forti o flebili come le onde del mare.

| improve this answer | |

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service, privacy policy and cookie policy

Not the answer you're looking for? Browse other questions tagged or ask your own question.