2

Nel romanzo Diceria dell'untore, di Gesualdo Bufalino, ho letto:

      «Dicono di un capitano delle Esse Esse, di una villa su un lago. E cose peggiori. Certo i capelli le sono ricresciuti da poco sul capo rasato...».
      Prosit, eccomi fin troppo servito. Due volte intoccabile, un record. Ero cascato bene a impressionarmene, io che per quelli dell’altra parte nutrivo fino a ieri, esclusivo come un amore, un livore da ragazzo, al di là di ogni condiscendenza, dubbio o perdono.

Sapreste spiegarmi cosa vuol dire "ero cascato bene" in questo brano? Nel dizionario De Mauro ho trovato che "cascare bene" significa "capitare a proposito", ma non mi sembra che questo sia il senso adatto al testo sopra citato.

  • 4
    Secondo me nel senso di "avevo fatto proprio bene (anche se involontariamente) a..." – Riccardo De Contardi May 7 '18 at 12:36
1

Invece secondo me, Il "capitare a proposito" è corretto in questa frase, si intende che "aveva fatto bene" ad impressionarsene, nel momento giusto diciamo.

| improve this answer | |
  • 1
    "Ero capitato a proposito" a impressionarmene? – Charo May 8 '18 at 8:57
  • come ho scritto nel mio precedente commento, a me "cascare" qui dà l'idea di un qualcosa che capita in modo involontario... – Riccardo De Contardi May 8 '18 at 10:52
  • @RiccardoDeContardi: Ma è l'io narrante quello che "era cascato". – Charo May 8 '18 at 13:47

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service, privacy policy and cookie policy

Not the answer you're looking for? Browse other questions tagged or ask your own question.