2

Nel romanzo Il sarto della stradalunga, di Giuseppe Bonaviri, ho letto:

      Sino allora non sappiamo se il mondo esterno esiste, ma quando ci sediamo per rifinire a furia d'agate le maniche dei vestiti e le cinghie dei calzoni, ci meraviglia il silenzio che ci attornia.

La frase fa riferimento al lavoro di due sarti.

La mia domanda è sul termine "agata" che appare in questa frase: può significare il movimento dell'ago o qualcosa fatta con l'ago? Non ho trovato questa accezione (o qualcosa di simile) in nessuno dei dizionari che ho consultato.

5
  • 1
    È un po' come “petaloso”: l'italiano ha molti suffissi fertili, che permettono a chiunque di creare una parola sul momento. Se schiacci una zanzara con un giornale, puoi benissimo dire (colloquialmente, informalmente) che le hai dato una “giornalata” e nessuno si turberà.
    – DaG
    May 24 '18 at 8:20
  • Agàte potrebbe essere sostituita da "colpi d'ago"
    – abarisone
    May 24 '18 at 8:31
  • 1
    @abarisone: Ho cercato l'espressione che hai proposto e ho trovato questo.
    – Charo
    May 24 '18 at 8:40
  • Il padre di Bonaviri era sarto: forse era un termine che usava lui.
    – Charo
    May 24 '18 at 8:41
  • @Charo Interessante, soprattutto la lista di parole che cambiano significato con il cambiare della posizione dell'accento. Magari raggruppo i vari contributi e provo a scrivere una risposta.
    – abarisone
    May 24 '18 at 8:42
4

Per agàta nel passaggio da te citato (che indica il lavoro di due sarti) si intende un colpo d'ago.

Come puntualmente sottolineato da @DaG, ci sono in Italiano un sacco di possibilità per creare parole alla bisogna, trasformando termini che rappresentano un oggetto in altri che descrivono l'azione portata a compimento con esso.

L'esempio di @DaG è particolarmente calzante riguardo al fatto che se schiaccio una zanzara con il giornale posso dire, in maniera informale:

Ho eliminato quella zanzara fastidiosa con una bella giornalata.

Pensa anche ad esempio al fatto di andare a fare un giro in bicicletta che puoi esprimere come:

Andiamo a fare una bella pedalata

Ovviamente in questo caso il termine pedalata viene riportato dai dizionari, ma il senso è simile.

Ritornando al termine agàta è molto interessante notare che molte parole della lingua italiana sono "omografe", cioè sono parole che cambiano significato, come ad esempio in questo caso, con il cambiare della posizione dell'accento.

Gli omografi (dal greco omògraphos ‘dalla grafia uguale’) sono parole che hanno la stessa grafia, ma differiscono nella pronuncia.

La diversa pronuncia può dipendere:

– dalla diversa posizione dell’accento

àmbito (sostantivo) / ambìto (participio passato del verbo ambire)

viòla (sostantivo) / vìola (3a persona singolare dell’indicativo presente del verbo violare)

– oppure dal diverso grado di apertura della vocale accentata

pèsca (= il frutto) / pésca (= azione del pescare)

pòrci (= maiali) / pórci (= porre noi stessi).

Capita spesso che nei testi non venga riportato l'accento a meno che esso non cada sull'ultima sillaba e ciò può comportare difficoltà per il lettore, specie se non madrelingua.

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service, privacy policy and cookie policy

Not the answer you're looking for? Browse other questions tagged or ask your own question.